Infrastrutture | Presentata la nuova TBM che scaverà il tunnel di base del Mont Cenis

2023-12-27T19:51:12+01:0031 Dicembre 2023|Categorie: Notizie, We are Drilling & Foundations|Tag: , |

Alla fine saranno sette le TBM di Herrenknecht che verranno impiegate per lo scavo di quello che ad oggi è il tunnel ferroviario più lungo del mondo, 57,5 km complessivamente, ossia quello della ferrovia Torino – Lione. La nuova TBM, prima di altre quattro che verranno consegnate nei prossimi mesi, è lunga 334 m e ha un diametro di 10,4 m, e scaverà uno dei due tunnel gemelli che attraverseranno il confine.

I piani di scavo

Il gruppo di società ELYOT, composto da Eiffage Génie civil, Spie batignolles génie civil, Ghella e Cogéis, dispiegherà questa  TBM per scavare 18 km di uno dei due tubi del tunnel di base del Mont Cenis, tra l’accesso Villarodin/Bourget-Modane in Francia e il sito di sicurezza sotterraneo di Clarea in Italia.

La TBM è stata progettata basandosi sulla geologia di formazioni relativamente compatte, uniformi e stabili che andrà a scavare, la profondità dei tunnel (a 2.200 m di profondità) e altre considerazioni geotecniche, come distaccamenti, convergenze e le alte temperature presenti a tali profondità, che sono state evidenziate dal tunnel esplorativo di La Maddalena a Chiomonte, utilizzato per stabilire le specifiche del TBM.

Dietro il TBM, una macchina lunga 650 m chiamata Würm fisserà il rivestimento finale del calcestruzzo applicato alle pareti, insieme a bulloni e nervature.

Nello stesso momento in cui verranno scavati i tunnel gemelli lunghi 18 km, 7,8 km di tunnel saranno scavati con metodi convenzionali. Oltre a questi lavori, saranno eseguiti tutti i lavori di connessione e logistici. In totale, circa 15 km di tunnel saranno costruiti utilizzando il metodo convenzionale, compresa l’area di sicurezza sotterranea di Modane.

Il cantiere è aperto

Lunedì 18 dicembre, il ministro italiano per le infrastrutture e vice primo ministro Matteo Salvini ha dato ufficialmente il via alle operazioni del cantiere della parte italiana del tunnel del Monte Cenis, in una cerimonia in cui UXT, il consorzio di Itinera, Ghella e Spie Batignolle, ha firmato il patto di integrità e sostenibilità aziendale Lione-Torino e la Carta Mission-S per la sicurezza sul posto di lavoro.

I due contratti regolano il modo in cui TELT, la società incaricata dai governi italiano e francese di gestire la costruzione della linea ferroviaria Lione-Torino, vincola la catena di approvvigionamento per rispettare i principi fondamentali dello sviluppo sostenibile stabiliti dal Global Compact delle Nazioni Unite. UXT eseguirà lavori per 1 miliardo di euro (1,08 miliardi di dollari) mentre il pacchetto finale di tunneling per il progetto coprirà i 28,5 km di lavori di tunneling tra Maddalena di Chiomonte e Susa.