Kohler a Conexpo tra novità dual-fuel e conferme ibride

Tante le novità e le conferme di Kohler in occasione di Conexpo 2020.

Command PRO EFI a propano

Per offrire una risposta concreta alla richiesta di motori efficienti e a bassi consumi, a Conexpo KOHLER ha presentato il proprio nuovissimo motore Command PRO EFI (modello PCV680LE) alimentato a propano.

Il nuovo propulsore, che va ad arricchire la solida gamma EFI del Costruttore italo-americano, è un’unità ad albero verticale che riduce significativamente le emissioni di gas di scarico grazie a un catalizzatore integrato e a un sistema di alimentazione ottimizzato.

Proposto come alternativa ai motori a benzina e diesel, il propulsore PCV680LE da 22 CV è un’alternativa più pulita e più efficiente nei consumi per le attrezzature industriali, consentendo un risparmio significativo dei consumi e tempi di fermo ridotti per il rifornimento, oltre all’80% in meno di emissioni di scarico.

La tecnologia EFI a circuito chiuso di KOHLER consente al PCV680LE di ottimizzare le prestazioni adattandosi automaticamente alle condizioni operative. Inoltre i motori EFI offrono anche un metodo di avvio in stile automotive (mediante chiave) e l’eliminazione dei carburatori e della relativa manutenzione.

Command PRO CH440DF dual-duel

In occasione di Conexpo Kohler ha presentato anche il suo nuovo propulsore dual-fuel CH440DF facente parte della gamma Command PROle cui unità stanno alimentando con successo svariate macchine a vocazione construction

Il motore CH440DF è progettato per funzionare a benzina o propano, offrendo agli utenti la massima flessibilità. Basta spostare una leva per alternare i carburanti in base al livello, alle preferenze o all’attività del carburante.

Questo motore monocilindrico a quattro tempi ad albero orizzontale fa parte della gamma Command PRO, motori a benzina con potenze da 4,5 a 14 cavalli progettati per alimentare una vasta gamma di macchine da cantiere, tra cui: seghe per calcestruzzo, compattatori, vibrocostipatori, generatori portatili e prodotti anche più grandi come i buggy elettrici.

Il CH440DF è equipaggiato con diverse funzioni standard che ne migliorano le prestazioni, tra cui: filtro dell’aria ciclonico a quattro stadi Quad-Clean per la massima protezione contro sporco e detriti; Fuel Secure, sistema di protezione automatica che consente avvi rapidi e puliti in cantiere; un grande serbatoio per una maggiore autonomia; canne dei cilindri in ghisa e carter in acciaio forgiato per una maggior durata; protezione Oil Sentry che spegne automaticamente il motore con bassi livelli di olio.

Le fasi dell’elettrificazione

Con elettrificazione ci si riferisce alla progettazione di un sistema funzionante a energia elettrica: nel settore delle costruzioni, questo può essere ibrido o puramente elettrico. Nel panorama delle soluzioni ibride, esiste anche una distinzione tra ibrido in serie e ibrido in parallelo: un sistema ibrido in serie converte semplicemente l’energia chimica in energia meccanica, che a sua volta viene convertita in energia elettrica. Un sistema ibrido parallelo può fornire energia meccanica, proveniente da energia chimica, contemporaneamente a energia elettrica, proveniente da un pacco batteria precedentemente caricato. Ciò offre il vantaggio di utilizzare contemporaneamente energia meccanica ed elettrica. La combinazione dei due tipi di energia è il principale punto di forza di qualsiasi sistema ibrido parallelo.

La gamma di unità ibride K-HEM si basa sul concetto di un sistema ibrido parallelo: ciò consente ai costruttori di adattare le unità K-HEM al sistema idraulico delle loro applicazioni, proprio come facevano con i motori endotermici.

Successivamente, quando decideranno di riprogettare le loro macchine per sfruttare appieno il vantaggio di eseguire applicazioni sull’energia elettrica, i nostri ingegneri saranno pronti a supportarle passo dopo passo per progettare macchine sempre più efficienti.

Kohler non intende forzare il processo di elettrificazione, ma è impegnata in una ricerca atta a sfruttare il potenziale di ogni fonte di energia al fine di raggiungere prestazioni veramente ottimizzate per le applicazioni caratterizzate da intensi cicli operativi. Di conseguenza, la strategia di Kohler è quella di estendere la sua gamma di soluzioni ibride.

Da un’analisi di mercato condotta, i tecnici di Kohler si sono accorti che esistono numerose applicazioni equipaggiate con motori sovradimensionati; i loro cicli operativi non hanno bisogno di tutta la potenza che il motore è in grado di erogare o non ne hanno bisogno per tutto il tempo. Di conseguenza, i progettisti Kohler hanno identificato due soglie particolarmente interessanti: 19 kW, vale a dire il limite per i requisiti della normativa Stage V per l’uso di DPF, e 56 kW oltre i quali la stessa legislazione richiede anche l’uso di SCR.

Per offrire una soluzione alternativa in grado di sfruttare questi due nodi di potenza, il nuovo K-HEM 2504 viene proposto affiancato alla prima unità ibrida Kohler K-HEM 1003 e insieme compongono un’unità ibrida costituita da un motore diesel KDI 2504TCR da 55,4 kW conforme alla normativa Stage V e privo di SCR, e da un motore elettrico da 48 Volt che garantisce una potenza di picco di 19,5 kW e una potenza continua di 9 kW. L’unità ibrida K-HEM 2504 offre una gestione DPF ancora più efficiente che rende la rigenerazione completamente trasparente per l’utente finale, in quanto è possibile sfruttare le temperature raggiunte per ricaricare la batteria.

Il DNA moderno e avanzato del motore KOHLER KDI 2504TCR lo rende il partner perfetto per un’unità elettrica: i motori KDI offrono prestazioni molto elevate e la combinazione con l’energia elettrica può eguagliare, se non superare, le prestazioni offerte da motori con specifiche più elevate in termini di potenza, oltre a un ingombro ridotto.

Le soluzioni ibride Kohler non sono progettate per offrire un semplice ridimensionamento, ma per far parte di un concetto più ampio di ridimensionamento delle applicazioni, ovvero la scelta della giusta dimensione, quella più adatta per ogni specifica applicazione. Kohler offre agli OEM una gamma completa fino a 105 kW, che studia diverse fonti di energia che si stanno espandendo e diversificando col passare del tempo.

2020-03-20T20:16:22+01:0018 Marzo 2020|Categorie: Componenti, Notizie|Tag: , , , , , , , |