Wirtgen lancia AutoTrac

2023-08-21T12:18:11+02:0027 Novembre 2022|Categorie: Componenti, Notizie, Stradali|Tag: |

A Bauma 2022 Wirtgen ha introdotto il sistema AutoTrac per la serie WR, una tecnologia di automazione per le riciclatrici a freddo e stabilizzatrici delle terre davvero rivoluzionaria.

Ruolo pionieristico nella stabilizzazione delle terre e nel riciclaggio a freddo

Le stabilizzatrici delle terre vengono impiegate per il trattamento rispettoso delle risorse della fondazione delle superfici viarie. Il sottofondo non sufficientemente portante viene trasformato in un suolo portante e resistente alle sollecitazioni. In questo procedimento viene utilizzato il materiale terroso presente in sito, che viene miscelato semplicemente con un legante come il cemento e/o la calce. Nel riciclaggio a freddo con le macchine della serie WR, gli strati di asfalto ammalorati vengono fresati e granulati in una passata, legati nuovamente con l’aggiunta di legante e acqua e stesi di nuovo. I nuovi strati di base prodotti sul posto si caratterizzano inoltre per la loro grande capacità portante.

Sistema dello sterzo automatico per delle sovrapposizioni ottimali

Il sistema AutoTrac, grazie a una sterzatura automatica e precisa, aiuta le riciclatrici semoventi gommate Wirtgen a migliorare l’efficienza dei processi e a risultare quindi più ecologiche. Comanda la macchina con una precisione nell’ordine del centimetro sulla base di una corsia di riferimento creata precedentemente e a una sovrapposizione delle corsie affiancate.

In questo modo è possibile sfruttare sempre la larghezza di lavoro ideale della macchina. Per la determinazione esatta della posizione, l’AutoTrac utilizza tra le altre cose diversi sistemi GNSS. Il comando avviene per mezzo di un display accessorio, che fornisce inoltre delle informazioni sulla posizione della macchina e sulle corsie percorse.

Sfruttamento dei potenziali di risparmio e aumento della qualità dei processi

Se si sommano le sovrapposizioni delle corsie affiancate, spesso eccessive ed evitabili, prodotte nel funzionamento manuale e i consumi di risorse derivanti da queste ultime, il potenziale di risparmio del sistema emerge molto chiaramente. Il consumo di legante, materiali di consumo e carburante può essere ridotto rispettando le sovrapposizioni preimpostate, mentre l’impronta di carbonio viene ridotta e i tempi di costruzione si accorciano.

Il risultato è un aumento dell’efficienza dei processi e quindi dell’economicità, oltre che dell’ecologicità. Il comando manuale di una macchina richiede un grande sforzo per evitare che ci siano dei punti del suolo non lavorati. Anche in questo caso, il sistema dello sterzo automatico supporta e semplifica il lavoro dell’operatore. Nel rispetto della sovrapposizione desiderata è possibile evitare i punti difettosi. Il conducente può concentrarsi appieno sul monitoraggio del processo di miscelazione e tenere sotto controllo l’ambiente del cantiere.