Wacker Neuson | Zero emission per la stazione di Monaco

2024-05-03T12:47:15+02:003 Maggio 2024|Categorie: Aziende, Notizie|Tag: , |

Presso la stazione centrale di Monaco di Baviera sono in corso grandi lavori di ristrutturazione. A eseguirli anche l’impresa ZECH Bau SE che ha deciso di utilizzare macchine Wacker Neuson, impressionata dalla loro efficienza, bassa rumorosità e basse emissioni. 

All’opera l’escavatore completamente elettrico EZ17e, un vibrocostipatore e una piastra vibrante con alimentazione elettrica a batteria Battery One.

I lavori in corso

La ristrutturazione della Stazione Centrale di Monaco ha reso necessari lavori di rafforzamento delle fondamenta nel sottosuolo mediante l’installazione di una trave di copertura su pali posizionata direttamente in una galleria che corre sotto i binari passeggeri.

Un cantiere complesso le cui sfide principali risiedevano nello scarso riciclo d’aria fresca, nelle condizioni anguste e nel traffico di persone a pochi metri dal cantiere.

Per questo ZECH Bau SE ha deciso di impiegare l’intero portfolio di macchine a zero emissioni di Wacker Neuson raggiungendo gli obiettivi desiderati, nonché un notevole risparmio di tempo e di costi grazie al fatto che non è stato necessario un sistema di ventilazione costoso e complesso.

Soluzioni elettriche per tutte le esigenze

“Dato che ci troviamo nel seminterrato, dobbiamo lavorare in modo pulito ed efficiente. Inoltre, abbiamo poco spazio a disposizione. Le apparecchiature e le macchine elettriche di Wacker Neuson offrono un aiuto prezioso in questo senso: si avviano con la semplice pressione di un pulsante, che aiuta molto. L’intero lavoro viene svolto in modo silenzioso e privo di emissioni dirette, tutti elementi che ovviamente facilitano i nostri dipendenti” ha dichiarato Christian Eineichner, vicedirettore dei lavori di ZECH Bau SE.

Tutti i prodotti sono stati noleggiati per l’intera durata del cantiere. “Conosciamo da tempo i prodotti Wacker Neuson, di conseguenza, non abbiamo esitato e per la stazione centrale di Monaco abbiamo richiesto i suoi modelli elettrici. Il pacchetto macchine noleggiato si adatta perfettamente al cantiere, dalla potenza dei prodotti alla facilità d’uso, al prezzo” ha concluso Eineichner.

“La formula a noleggio è particolarmente consigliata quando si intende avere un cantiere a emissioni zero; il cliente ha la possibilità di familiarizzarsi con i prodotti senza un elevato rischio di investimento”. – Martin Trumm, consulente per il dipartimento Zero emissioni di Wacker Neuson.

Le macchine all’opera

Per i lavori di demolizione e di scavo del materiale, sono stati utilizzati in uso continuo due miniescavatori elettrici a batteria EZ17e. In uno spazio angusto, le macchine hanno dovuto movimentare un totale di oltre 600 metri cubi di materiale.

La sua struttura compatta zero tail  fanno sì che questo miniescavatore sia ideale per questo tipo di lavoro, offrendo al contempo la stessa potenza dello stesso modello alimentato a combustibile. L’ambiente di lavoro per tutti i lavoratori presenti e per l’operatore è molto più piacevole, grazie al fatto che sia le emissioni dirette di gas di scarico che il rumore sono minimizzate.

Per la movimentazione dei materiali è stato utilizzato il sollevatore telescopico elettrico a batteria TH412e. La sua struttura compatta lo rende ideale per l’uso negli spazi interni. I passaggi stretti nel sottosuolo della stazione centrale non sono stati un problema per il compatto TH412e con dimensioni inferiori a due metri per due.

Il vibrocostipatore a batteria AS62e e la piastra vibrante reversibile APU3050e sono stati utilizzati per la compattazione del terreno nei fossi. La facilità d’uso e l’autonomia di potenza per un’intera giornata di lavoro sono stati convincenti in questo cantiere. Sia il vibrocostipatore a batteria AS62e che la piastra vibrante APU3050e, nonché il vibratore interno modulare ACBe, utilizzato in parallelo per la compattazione del calcestruzzo, sono alimentati da una batteria Battery One, facilmente e rapidamente sostituibile.