Uno scapitozzatore fornito da Timeco all’opera a Settimo Milanese

2021-12-14T16:06:40+01:0017 Dicembre 2021|Categorie: Notizie, We are Drilling & Foundations|Tag: , |

Il processo di scapitozzatura è più veloce e preciso di qualsiasi altro metodo convenzionale ed è totalmente sotto controllo durante la sua esecuzione.

Il cantiere

A Settimo Milanese, nell’hinterland della metropoli lombarda, l’impresa Marzocchi sta lavorando in vista della costruzione di una data center in un cantiere di circa 12.000 mq. In questo contesto Marzocchi sta utilizzando uno scapitozzatore 340 preso a noleggio da Timeco per la lavorazione su 330 pali da fondazione da 60-80 cm di diametro.

Una scelta azzeccata

“Utilizzando lo scapitozzatore”, ci spiega Lorenzo Rossi responsabile di cantiere per l’impresa Marzocchi srl, “il lavoro viene molto più pulito ed è molto più veloce (in teoria in un turno di lavoro si possono fare 25-30 pali). Inoltre, ed è un fattore importante, non si piegano i ferri, quindi gli ingegneri sono molto più tranquilli. Si tratta di un’attrezzatura molto facile da usare, importante è abbinarla a un escavatore adeguato. Noi stiamo usando un 220 q di Volvo CE”.

Il prodotto giusto e l’azienda giusta

Lo scapitozzatore 340 messo a disposizione da Timeco è progettato in modo modulare al fine di adeguarsi facilmente al diametro del palo di cantiere. La forza di rottura, che è perpendicolare all’asse del palo, lascia intatti i ferri d’armatura e garantisce l’assenza di fessurazione al di sotto della superficie di taglio.
“Personalmente”, conclude Rossi, “è la prima volta che ho a che fare con Timeco e devo dire che è un’azienda con persone molto disponibili, ma del resto l’attrezzatura non ha mai avuto alcun problema”.