Una Bauer sul fiume Marecchia

Lungo il fiume Marecchia, che scorre nel comune del borgo di Verucchio, è stata utilizzata una Bauer BG 15 H di Bauer Macchine Italia per realizzare una nuova briglia.

Un intervento delicato

Verucchio, inserito nel prestigioso club dei “Borghi più belli d’Italia”, si stende lungo la valle del Marecchia. In questo contesto ha operato una perforatrice Bauer BG 15 H che ha realizzato una serie di pali trivellati per la realizzazione di una nuova briglia nel fiume.

“L’intervento”, spiega l’Ing. Andrea Ruggero, Sales Manager di Bauer Macchine Italia “ha previsto una parziale deviazione del fiume a monte al fine di liberare l’area di lavoro ed eseguire una doppia fila di pali quinconce separati da un preciso interasse. Di fatto si è trattato di un intervento lineare, che attraversa trasversalmente il letto del fiume con circa 70 pali trivellati da 1.000 mm di diametro e profondità massima di 16 m. Il terreno non ha richiesto l’uso di bentonite, ma ha previsto l’infissione, nei primi 2-4 m, di una camicia Bauer da 1.180 mm da utilizzare come avampozzo. Anche la camicia è stata infissa utilizzando la BG 15 H“.

L’impresa Edilsonda incaricata del lavoro ha potuto lavorare in una zona quasi completamente asciutta per merito della deviazione del flusso principale del fiume su un canale secondario pre-esistente. Questa doppia fila di pali è parte integrante della struttura della briglia, la quale ha la funzione di spezzare il flusso d’acqua tramite un salto di quota.

In sostanza l’intervento sul Marecchia è una tipologia di lavoro che viene eseguito ciclicamente, in quanto la costruzione di briglie è necessaria al fine di mantenere contenuta la velocità del corso d’acqua e preservarne il letto da eccessiva erosione.

L’utilizzo della Bauer BG 15 H

“Nel cantiere di Verucchio” continua l’Ing. Ruggero “la BG 15 H è stata utilizzata nella realizzazione dell’avampozzo, dello scavo e dell’inserimento delle gabbie di armatura. Si è infatti trattato di pali armati eseguiti in marne molto consolidate ad elevata resistenza meccanica. Nel complesso il terreno dell’area di intervento è stato adeguatamente drenato e questo ha permesso di lavorare a secco nonostante la sporadica presenza di piccoli trafilamenti d’acqua residua. L’intervento è stato completato nei tempi preventivati di circa un mese di lavoro”.

La perforatrice, che fa parte del parco noleggio di Bauer Macchine Italia, è stata allestita con un’asta da 21 m composta da 3 elementi. Una soluzione, adeguata alle profondità richieste, che è andata a privilegiare la robustezza ed è stata in grado di affrontare anche gli strati particolarmente duri.

Uno sguardo tecnico

La BG 15 H prevede la configurazione Upgrade 1, cioè con il cilindro di tiro/spinta, a differenza dell’Upgrade 2 che presenta l’argano di tiro/spinta. Questa soluzione, specifica per il palo trivellato con o senza rivestimento, non solo permette di raggiungere i 1.500 mm di diametro, ma consente anche l’utilizzo della tecnologia CFA.

Inoltre, rispetto alla versione con l’argano, si determina un notevole incremento della forza, il che consente di gestire in modo più efficace il rivestimento. Anche in fase di tiro la BG 15 H upgrade 1 offre 50 kN in più rispetto alla versione con l’argano.

Il tutto senza dimenticare la questione trasporti. La BG 15 H Upgrade 1 è infatti stata pensata per rimanere in sagoma e presenta una larghezza di 2,5 m. Smontando il contrappeso e la rotary è possibile trasportare la macchina senza permessi, ma come un semplice mezzo d’opera. E una volta arrivata in cantiere la perforatrice – che tra l’altro è perfetta anche per i lavori urbani o all’interno, grazie a un’altezza contenuta in soli 18 m – è pronta per lavorare nel giro di pochissime ore.

Da segnalare come la sezione inferiore dell’antenna sia smontabile e permetta di ridurre ulteriormente l’altezza dell’antenna e di utilizzare il giantdrill, un’applicazione non rivestita per lavorare sotto-macchina con un grosso diametro.

La BG 15 H garantisce prestazioni ai massimi livelli con un tiro del cilindro di 25 t e un tiro dell’argano principale in primo strato di 14 t, ma con consumi decisamente contenuti, anche grazie a un’idraulica molto lineare e semplificata, che beneficia di manichette di grande diametro perfette per ridurre le perdite di carico. A fronte di prestazioni notevoli i consumi medi si attestano infatti a 12 l/h.

La cabina è completamente insonorizzata e assicura il massimo comfort operativo. La macchina è inoltre equipaggiata con le nuove passerelle di servizio integrate laterali che consentono l’accesso in totale sicurezza al vano motore e a quello delle pompe per la manutenzione.