Un nuovo progetto per Acitoinox

2023-03-20T21:06:21+01:0010 Dicembre 2019|Categorie: Notizie, Veicoli industriali e leggeri|Tag: , , |

Archiviato il successo dell’XLion, che sta vivendo un momento di grande splendore in Francia, in Acitoinox si è partiti per una nuova avventura.

Questa volta l’oggetto delle attenzioni di Anna Acito e del suo staff è uno Scania 500 Serie S della Cooperativa Trasporti F.D. di Angri, nei pressi di Salerno.

Va detto subito che l’allestimento di questo veicolo sarà un po’ più lungo e complesso del solito e non sarà pronto che per i primi giorni di dicembre, perché si sta cercando di ampliare la gamma “classica” degli articoli, anche con soluzioni alternative allo standard. Non certo esperimenti, ma ricerca di nuove soluzioni.

“La nostra intenzione è quella di ampliare la gamma elle applicazioni per offrire una maggiore scelta al clienti; l’idea è quella di creare maggiori soluzioni estetiche dal design ricercato per rispondere al maglio alla richiesta sempre più soggettiva dei nostri clienti” dicono in Azienda. “Nello stile che contraddistingue da sempre la nostra azienda stiamo valutando soluzioni sempli-ci, sobrie ma uniche che possano caratterizzare il veicolo, esaltandone la maestosità.”

Così sullo Scania S 500 si stanno montando una barra portafari dallo stile “minimal” che si collega sulla parte frontale della cabina, senza mostrare le staffe di fissaggio, ma nascondendo-le attraverso dei carter, per restituire l’immagine di un prodotto studiato nel dettaglio.

La coppia tubi paraurti, anch’essi dallo stile originale, non necessita di tubo porta targa ma di una sede in lamiera. Nello Scania in lavorazione c’è anche la scomparsa del rivestimento totale del mascherino, con l’introduzione di una soluzione intermedia, in grado di accentuare il carat-tere del veicolo.

© Macchine Cantieri – Riproduzione riservata – Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: mc@macchinecantieri.com