Trevi Construction Co. Ltd “vola” a Hong Kong

TREVI Construction Co. Ltd protagonista nell’ampliamento dell’aeroporto internazionale di Hong Kong, con opere di consolidamento e tecnologia Jet Grouting.

Protagonista di un grande intervento

Attualmente impegnata nel grande progetto di ampliamento dell’Aeroporto internazionale di Hong Kong, TREVI Construction Co. Ltd, filiale del Gruppo Trevi, sta realizzando lavori di consolidamento del terreno, prevalentemente con la tecnologia del Jet Grouting per recuperare le aree circostanti e renderle così disponibili per i lavori necessari all’ampliamento dell’aeroporto.

Il proprietario e responsabile del funzionamento e dello sviluppo dell’Aeroporto Internazionale di Hong Kong (HKIA) è l’Autorità aeroportuale di Hong Kong (AA), e in tale progetto, TREVI Construction Co. Ltd sta lavorando con tre diversi Main Contractor: Joint Venture ZHEC-CCCC-CDC (principali opere di bonifica), Gammon (gallerie APM e BHS e opere correlate), China State Construction Engineering (Hong Kong) Ltd (lavori di modifica della pista nord).

Il progetto

Per rafforzare lo status di Hong Kong come hub dell’aviazione internazionale e soddisfare la domanda di traffico aereo a lungo termine della città, l’Aeroporto Internazionale di Hong Kong si sta ampliando per diventare un sistema a tre piste.

Il progetto prevede la bonifica di circa 650 ettari di terreno a nord dell’isola aeroportuale esistente utilizzando metodi diversi dal dragaggio, tra cui la miscelazione profonda del cemento. La costruzione dell’Edificio Passeggeri della Terza Pista e relativo piazzale.

La realizzazione di una nuova pista lunga 3.800 metri e dei suoi sistemi di taxiway di supporto. L’espansione del Terminal 2 per fornire servizi passeggeri a tutti gli effetti, comprese le strutture di arrivi e partenze.

La costruzione di un nuovo sistema di Automated People Mover (APM) lungo 2.600 metri che collegherà il Terminal 2 con il nuovo edificio passeggeri. Il nuovo sistema APM funzionerà a una velocità massima di 80 km che trasporterà fino a 10.800 passeggeri all’ora.

La costruzione di un nuovo Baggage Handling System (BHS) che colleghi il Terminal 2 con il nuovo edificio passeggeri.

Principali opere di bonifica

La Joint Venture ZHEC-CCCC-CDC è l’appaltatore incaricato di intraprendere i principali lavori di bonifica (ovvero migliorare le proprietà geotecniche del terreno) del terreno che consistono nel recupero di circa 650 ettari di terreno a nord dell’isola aeroportuale esistente, utilizzando metodi senza dragare tra cui Deep Cement Mixing (DCM).

Una delle tecnologie DCM utilizzate in questo progetto è il Jet Grouting perché migliora le proprietà meccaniche e di permeabilità del suolo utilizzando il trattamento ad iniezione di miscele di acqua/cemento con getti ad alta velocità. Il Jet Grouting può essere vantaggioso nelle seguenti condizioni: condizioni logistiche difficili, spazi confinati, presenza di ostacoli da attraversare, trattamento ad alta profondità con attraversamento di vuoti.

La tecnica del Jet Grouting permette di migliorare una vasta gamma di tipi di terreno. Poiché si basa sull’erosione del suolo, l’erodibilità del suolo è fondamentale per il risultato. Più consistente è il terreno da trattare, minore è il diametro della colonna. Pertanto, colonne più grandi possono essere ottenute in terreni granulari sciolti e colonne più piccole in terreni fini e coesivi.

A seconda del numero di fluidi utilizzati, esistono tre tecniche principali:

– Monofluido (TREVIJET T1): viene iniettata una miscela acqua/cemento per disgregare e contemporaneamente miscelare il terreno in situ. I diametri generalmente vanno da 0,4 a 1 m.

– Bifluido (TREVIJET T1/S): una combinazione di acqua/cemento e aria viene iniettata per disgregare e contemporaneamente miscelare il terreno in situ. I diametri generalmente vanno da 0,8 a 2,5 m.

– Triplo fluido (TREVIJET T2): un getto combinato acqua/aria viene utilizzato per disgregare e asportare parzialmente il terreno in situ, mentre la miscelazione del terreno è assicurata da una minore iniezione di acqua/cemento.

TCHK ha eseguito la maggior parte dei lavori di Jet Grouting

Per questo progetto il team di TCHK ha avviato i lavori di Jet Grouting nell’ottobre 2019 e sono tutt’ora in corso. Fino ad oggi il team di TCHK ha consolidato e rafforzato circa 311.000 m3 di terreno, in 6.900 colonne di diverso diametro, da 1.200 a 2.500 mm; la maggior parte sono colonne di diametro 2.500 mm, per una lunghezza totale di 73.000 m di terreno rafforzato.

Principali risorse utilizzate

Durante il periodo di picco di produzione, TCHK ha lavorato in contemporanea con ben 11 squadre di Jet Grouting in diversi lotti per un totale di circa 100 lavoratori.

Nel progetto per i lavori di Jet Grouting sono state utilizzate varie attrezzature tra cui:

– 11 Microperforatrici Soilmec SM-14 e SM-20

– 11 Pompa ad alta pressione

– 11 Compressore d’aria Atlas

– 6 Agitatore

– 2 Miscelatore per malta

– 4 Silos di cemento

– 2 Pompa Pemo