Trasporti eccezionali, arrivano nuove regole

2023-08-21T11:58:55+02:0016 Aprile 2019|Categorie: Notizie, Veicoli industriali e leggeri|Tag: , |
Trasporti eccezionali, arrivano nuove regole trasporto eccezionale trasporti eccezionali ANAS

Da ieri sono entrate in vigore nuove regole per i trasporti eccezionali. E’ quanto si apprende da una nota di ANAS diffusa il 10 aprile, secondo la quale è entrato in vigore un nuovo iter per le aziende che detengono autorizzazioni periodiche per i trasporti extra-large.

Secondo le nuove procedute tali aziende sono adesso tenute, come primo passo, a inviare un preavviso di transito con almeno 48 ore di anticipo, avvalendosi del portale ANAS Teweb e conservare la ricevuta che si ricava dal processo di preavviso quale parte integrante della documentazione. Senza tale preavviso ANAS ritiene qualunque trasporto non autorizzato.

Successivamente, sempre attraverso l’app Teweb, l’azienda deve annotare il viaggio, segnalando data e intervallo di tempo entro il quale esso si svolgerà. Nella nota si legge che “dopo l’avvio del viaggio, il dispositivo usato dovrà restare attivo a bordo del trasporto eccezionale o di uno dei veicoli della scorta”. Nel caso di comprovata difficoltà tecnica, l’annotazione può essere compiuta tramite un call center (800841148). Anche nel caso di mancata annotazione il trasporto eccezionale è considerato non autorizzato.

Trasporti eccezionali, arrivano nuove regole trasporto eccezionale trasporti eccezionali ANAS
I numeri di ANAS

Lo scopo di questo cambiamento nell’iter di autorizzazione è quello di consentire alla società stradale di svolgere il controllo dei trasporti, per determinare gli effettivi passaggi sui singoli tratti di strada.

Per consentire un graduale passaggio al nuovo iter ANAS ha previsto un periodo transitorio dal 15 aprile al 31 maggio 2019 durante il quale i titolari di autorizzazioni periodiche con massa autorizzata superiore a 44 tonnellate potranno inviare il preavviso di transito anche tramite posta elettronica certificata alle aree compartimentali interessate e comunicare l’inizio e la fine del viaggio al call center. Dal 1° giugno si dovrà usare solo Teweb e Teweb App.

Leggi la nota originale di ANAS.

© Macchine Cantieri – Riproduzione riservata – Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: mc@macchinecantieri.com