Secondo Hitachi le nuove tecnologie possono aiutare a superare le sfide lavorative di oggi

Hitachi ha intervistato clienti, partner e rivenditori per conoscere le loro opinioni sulle macchine e capire cosa, secondo loro, ha reso più difficile il loro lavoro negli ultimi anni ecosa li ha aiutati: questo è ciò che hanno detto.

Cosa ha reso il tuo lavoro più impegnativo e sfidante?

Hitachi Construction Machinery (Europe) NV si attiene agli standard di qualità più elevati e sono questi controlli e le aspettative in continua evoluzione dei clienti a rappresentare una sfida notevole per dipendenti e dealer.

Nils Olav Haukaas fa parte del team di Nasta, dealer norvegese Hitachi da quasi 30 anni: “l’avvento dei nuovi standard internazionali adottati da Hitachi ha reso il mio lavoro più difficile, soprattutto quando si tratta di problemi di qualità o di emissioni”.

Le aspettative dei clienti rappresentano anche una sfida significativa per i dipendenti Hitachi. Con oltre 40 anni di esperienza, Mark Watson di Hitachi Construction Machinery UK racconta: “il mio lavoro è stato reso più impegnativo dalle aspettative dei clienti”.

Con il semplice tocco di un pulsante…

Tuttavia, i nuovi progressi tecnologici hanno offerto la soluzione perfetta a tali difficoltà. “Siamo stati in grado di soddisfare tutte le aspettative utilizzando la tecnologia a nostra disposizione, attraverso i report ConSite Shot e i report mensili inviati al cliente”, spiega ancora Mark.

E non è l’unico a fare riferimento alla tecnologia. Alla domanda su cosa ha semplificato il suo lavoro, Knut Gaarde del team Nasta fa riferimento a Global e-Service, che “rende possibile monitorare e risolvere i problemi della macchina stando alla scrivania”.

Riflettendo sul periodo trascorso in azienda, Carlo Kloosterman, uno dei clienti più longevi di Hitachi nei Paesi Bassi, Kloosterman BV, fa riferimento ai metodi di lavoro superati, prima che le nuove tecnologie rendessero la vita più facile: “ricordo che un sabato, io e mio padre abbiamo cambiato la benna dell’escavatore. Questo processo ha richiesto più di mezza giornata per rendere la macchina pronta per il lunedì successivo. Al giorno d’oggi basta premere un pulsante e l’attrezzatura è sostituita”.