Samoter | Primo passo verso il 2026

2024-03-26T15:34:52+01:0027 Marzo 2024|Categorie: Eventi, Notizie|

In vista della 32ª edizione del Salone internazionale sulle macchine per costruzioni si è tenuto, a Verona, il tradizionale SaMoTer Day, che ha messo in luce i dati sul mercato Italia e i contenuti previsti per l’appuntamento del 2026.

Dopo il boom, un anno di consolidamento

I dati raccolti da Unacea (Unione nazionale macchine per costruzioni) e Cer (Centro Europa ricerche) riguardanti l’andamento del settore macchine per costruzione, evidenziano un trend in flessione in alcuni dei segmenti del settore, che per il 2024 potrebbe seguire un rallentamento fisiologico del ciclo delle costruzioni, che comunque mantiene nel complesso solidità. “Le prospettive di crescita dell’economia globale” ha spiegato Stefano Fantacone, direttore scientifico del Cer “sono previste in crescita nel biennio 2024-25, anche se restano comunque deboli e con tensioni internazionali che generano incertezza, dalla guerra in Ucraina alla situazione nel Mar Rosso, fino alla competizione economica fra Cina e India nel quadrante asiatico e al rallentamento della Germania. Allo stesso tempo, in Italia il Pil dovrebbe crescere dello 0,9% nel 2024, che è una crescita contenuta, ma pur sempre superiore al
dato medio pre-Covid”.

Anche il sentiment relativo alla fiducia delle imprese di costruzioni, per quanto in calo rispetto al 2023 (da 105,9% a 105%), resta alto, complici le prospettive della staffetta fra Superbonus e Pnrr, il Programma nazionale di resilienza e ripartenza che nel prossimo biennio (2025-26) dovrebbe registrare un’accelerazione molto marcata, contribuendo al rilancio del settore. Se il 2023 per le macchine per costruzioni è stato un anno di leggera flessione rispetto all’anno precedente, si è collocato comunque su livelli più elevati del 47% rispetto ai volumi di 5 anni prima, pari a 9mila macchine in più.

Molto positivi nel 2023 i risultati per macchine stradali (+31,9%) e macchine in calcestruzzo (8,3%). Aumento delle vendite anche per i sollevatori telescopici, che hanno messo a segno un +1,8%. Fra le macchine movimentazione terra (-5,3%), performance lusinghiere per apripista (+53%), mini pale compatte (+15,6%) e dumper (+10%), mentre segnano contrazioni rilevanti terne (-20,9%), pale gommate (-12,2%) ed escavatori cingolati (-9%).

Secondo Fantacone il 2024 sarà un anno di ulteriore consolidamento, con un rallentamento delle vendite rispetto al punto massimo del 2022, ma sempre molto al di sopra del 2021 e con una previsione del Cer che colloca la dimensione di equilibrio delle vendite fra i 27.500 e le 28.000 unità. Più in dettaglio, le macchine per costruzione dovrebbero sfiorare le 27.300 unità (-4,9% sul 2023; nel 2022 ne furono vendute 29.613), mentre le macchine movimentazione terra dovrebbero nel 2024 avvicinarsi a 22.700 unità vendute. Giù le vendite dei telescopici a 2.763 unità (-4,8% sul 2023), le macchine stradali (-10,4% sull’anno precedente) e le macchine per calcestruzzo (-3,6% sul 2023).

Il filo conduttore del prossimo Samoter

Il direttore commerciale di Veronafiere Raul Barbieri, ricordando che SaMoTer è l’unica manifestazione italiana che si occupa di macchine per il cantiere e l’edilizia, annuncia importanti novità per l’edizione del 2026, che si svolgerà basandosi su imprescindibili linee guida che coniugano innovazione, internazionalità, formazione e business. Innovazione, perché una fiera deve saper trasmettere, attraverso le aziende, nuovi messaggi per il futuro attirando la curiosità dei visitatori. Internazionalità perché SaMoTer è sempre stato, e sempre dovrà essere, luogo in cui c’è la possibilità di costruire business e contatti verso l’estero. Business perché gli espositori partecipano alle fiere per stringere contatti con i clienti. E infine, SaMoTer è anche luogo di formazione, una forma comunicativa per arricchire la proposta espositiva a tutti coloro che vi
partecipano.

“Infatti” sottolinea Barbieri “la prossima edizione di SaMoTer presenterà una vera e propria Academy, un’insieme di attività formative che andranno a connotare la proposta espositiva e le varie attività. Anche la logistica rappresenterà un elemento di innovazione per questa fiera, grazie a focus specifici nel settore del trasporto su gomma, che avrà un’area espositiva dedicata”. Ai comparti espositivi tradizionali di questa manifestazione verrà abbinato e confermato il SaMoTer Lab, luogo di collaborazione fra istituzioni e imprese all’insegna dell’innovazione, e il Cantiere Digitale, dove si potranno vedere all’opera macchine 4.0 e tecnologie di digital control. Fra le novità, anche la rassegna Paving Show. L’evento, annunciato ad aziende e stampa di settore nel corso del SaMoTer Day, debutterà all’interno di SaMoTer. Paving Show avrà un’anteprima il 12 e
13 marzo 2025
, sotto forma di mostra-convegno al centro congressi di Veronafiere.