Piena fiducia in JLG

2023-08-21T11:15:56+02:009 Luglio 2022|Categorie: Notizie, Sollevamento|Tag: , |

Da sempre CMB Montaggi sceglie mezzi JLG, attualmente utilizzati per lavori in un cantiere bresciano.

Un partner affidabile

Da oltre 15 anni CMB Montaggi, azienda bresciana specializzata nel settore dei montaggi e smontaggi di carpenterie metalliche e impianti industriali, collabora con rinomate aziende siderurgiche nazionali e internazionali, impegnandosi ad attuare una politica che pone al centro la sicurezza, motivo per il quale l’azienda ha sempre voluto affidarsi ad attrezzature e mezzi all’avanguardia.

Per questo motivo, fin dalle sue origini CMB Montaggi ha scelto JLG come partner di piattaforme semoventi, disponendo ora di una ventina di mezzi, tra sollevatori a braccio articolato e a braccio telescopico, piattaforme a braccio verticale e piattaforme a pantografo elettriche, tutti rigorosamente JLG.

Le piattaforme JLG si dimostrano da anni la soluzione ideale per i numerosi interventi di CMB Montaggi, come nel caso di alcuni interventi nel cantiere Almag di Roncadelle (BS).

Scelta di qualità

Paolo Zerbinati, titolare e AD di CMB Montaggi, afferma “JLG rappresenta il nostro fornitore esclusivo di piattaforme aeree. La scelta è legata all’indiscussa qualità dei mezzi JLG, la loro versatilità e la completezza del parco macchine. Questo rapporto orami di completa fiducia e soddisfazione ha consentito a tutto il nostro staff di acquisire una profonda conoscenza del funzionamento dei mezzi JLG, rendendo il lavoro agile e produttivo. Se agli albori della nostra attività ci siamo affidati a mezzi JLG a noleggio, la piena soddisfazione delle prestazioni della piattaforme e dell’assistenza ci ha portato nel corso degli anni all’acquisto di numerosi suoi mezzi, raggiungendo ad oggi una flotta che riesce a far fronte a tutte le nostre necessità lavorative e che si amplierà sempre di più grazie sia alle novità di prodotto che JLG propone che alla nostra costante crescita aziendale. Ecco perché JLG rappresenta per CMB Montaggi un vero partner nello
sviluppo continuo del lavoro”.

Il cantiere e le fasi di lavoro

Di recente CMB Montaggi si è occupata del montaggio del nuovo impianto di aspirazione fumi del forno di Almag, azienda di Roncadelle (BS), leader produzione di barre in ottone nonché parte di una holding specializzata nella produzione di semilavorati in leghe non ferrose. Il lavoro è stato commissionato da Comeca Tecnologie, azienda di riferimento in Italia ed Europa per la realizzazione di impianti industriali, responsabile dell’intero progetto di rifacimento dell’impianto di aspirazione Almag e della fornitura dei cicloni e condotte da installare, che ha appaltato a CMB Impianti le relative operazioni di montaggio e smontaggio.

La complessità del progetto ha reso necessaria una pianificazione dei lavori in più fasi. Nella prima fase, avviata a gennaio e conclusa ad aprile 2022, CBM Montaggi si è occupata del montaggio delle strutture metalliche, dei nuovi cicloni e delle nuove condotte dell’impianto di aspirazione fumi.

Nicola Cotti Cottini, geometra CMB Montaggi, responsabile cantiere Almag, afferma “Durante il periodo pasquale è stato pianificato il fermo dell’intero stabilimento per poter eseguire il collegamento del nuovo impianto; durante questa finestra di circa 7 giorni abbiamo provveduto a smantellare le condotte esistenti e a collegare i nuovi cicloni. L’intervento è stato realizzato da tre squadre di CMB Montaggi che hanno lavorato equipaggiate con tre sollevatori a braccio articolato 520AJ e un sollevatore a braccio telescopico 660SJ. Questo ci ha consentito di completare le attività nel pieno rispetto dei tempi stabiliti, garantendo ad Almag la regolare ripresa della produzione.”

Nell’ampio cantiere Almag, dalla superficie di circa 1500 mq, le piattaforme JLG si sono rese indispensabili per la grande maggioranza delle attività svolte. I lavori in quota sono stati molteplici, dall’imbrago dei componenti al taglio delle strutture esistenti eseguito con due operatori muniti di cannello ossiacetilenico, alla saldatura delle nuove componenti. L’ausilio delle piattaforme JLG ha consentito di raggiungere aree in quota altrimenti inaccessibili e di riuscire a svolgere tutte le attività necessarie in tempi ragionevoli.

La seconda fase, avviata maggio e che si concluderà a settembre 2022, prevede la realizzazione del nuovo filtro che andrà a sostituire il precedente. Nel mese di agosto, a stabilimento chiuso, verrà demolito il vecchio filtro delle polveri del camino, e saranno eseguiti i collegamenti per il nuovo. Questa fase si prospetta una sfida ancora più impegnativa per far fronte alla quale CMB Montaggi ha previsto l’impiego di cinque squadre specializzate, tutte attrezzate con mezzi JLG ed in particolare tre sollevatori a braccio articolato 520AJ, un sollevatore a braccio telescopico 660SJ, un sollevatore a braccio telescopico 860 SJ, un sollevatore a braccio articolato 1250 AJP,

Nicola Cotti Cottini conclude “Il continuo sviluppo delle macchine JLG, nonché la loro affidabilità, ci permettono di accogliere ogni giorno nuove sfide dal punto di vista lavorativo. Potendo contare sulla nostra flotta di mezzi JLG possiamo garantire sempre il miglior metodo di approccio al lavoro sia dal punto di vista della sicurezza che della qualità ed efficienza.”

Nicola Pontini, General Manager JLG Italia, commenta: “CMB Montaggi è un nostro cliente storico con cui, nel corso degli anni, abbiamo instaurato un profondo rapporto di fiducia e stima reciproca. CMB Montaggi è sempre attenta a valutare le nostre nuove tipologie di macchine per le esigenze negli importanti cantieri industriali in cui sono coinvolti. Ho avuto modo di incontrare Paolo Zerbinati anche durante il recente evento New Perspective, tenutosi a maggio in UK. E’ stata un’interessante occasione di confronto per comprendere sempre più a fondo le necessità di CMB Montaggi e come poter essere ancora più al fianco di questa prestigiosa azienda con la nostra apprezzata assistenza”.