Piattaforme JLG: la nuova generazione

Versatili, efficienti, facili da manovrare in altezza e dalle eccezionali performance. Sono ora disponibili i primi modelli di piattaforme a pantografo per terreni difficili (RT), anche elettrici (ERT) da 8 e da 10 m. Un’efficace risposta ai cantieri più insidiosi.

“La nuova linea di piattaforme a pantografo per terreni difficili è stata pensata per ridurre al minimo o eliminare del tutto i punti critici del cantiere”, dichiara Jan-Willem van Wier, senior product marketing manager di JLG. Queste nuove piattaforme a pantografo di concezione innovativa hanno caratteristiche e tecnologie che li rendono estremamente versatili per garantire la massima efficienza in qualsiasi cantiere.

Efficienti e produttive

Tra i punti di forza, un’area di lavoro in piattaforma maggiorata del 28%, una capacità di carico tra le migliori del settore e l’assenza di compensazione, per andare più vicino alla zona di lavoro in altezza portando un maggior numero di persone, attrezzi e materiali.

Raggiunta l’altezza, queste macchine hanno una completa manovrabilità sia in interni che in esterni. Ciò permette di lavorare sull’intera lunghezza di un edificio a un’altezza predefinita, senza necessità di salire e scendere durante gli interventi, per una migliore efficienza e produttività.

Tanta tecnologia

Il nuovo quadro comandi in piattaforma della linea RT/ERT è la dimostrazione di quanto JLG investe in tecnologia e nell’integrazione di dati che consentano di utilizzare la macchina al meglio delle sue capacità e prestazioni.

Tra le altre caratteristiche si ricorda LiftSense, un’evoluzione del sistema a inclinazione variabile che permette di monitorare sia il peso in piattaforma sia l’inclinazione della macchina per determinare il raggio di azione consentito. Ai modelli da 8 e 10 m, ora disponibili, seguiranno nei prossimi mesi quelli da 12 e 14 m.