Niederstätter e il futuro del cantiere

2022-02-07T11:20:47+01:006 Febbraio 2022|Categorie: Noleggio, Formazione, Sicurezza, Servizi, Notizie|Tag: |

L’edilizia del futuro è di casa per Niederstätter, che ha l’obiettivo di migliorare sempre di più il settore delle costruzioni con tecnologie innovative.

La nuova edilizia made in Niederstätter

Daniela Niederstätter crede fortemente nei benefici della digitalizzazione e dell’innovazione, e in effetti, l’azienda altoatesina leader nel mercato del noleggio di macchinari edili mira a ottimizzare il settore delle costruzioni attraverso l’adozione di innovazioni tecnologiche e strumentazioni all’avanguardia uniche in Italia per ampliare l’offerta e assicurare l’efficienza dei servizi di consulenza e pianificazione erogati.

L’azienda, da sempre attenta alle innovazioni e alle novità nel campo dell’edilizia, vanta una gamma di strumentazioni uniche in Italia, attivamente impiegate all’interno della Niederstätter Academy di Vadena. Oltre a diversi corsi di formazione per gli operatori del mondo edile, attualmente sono infatti a disposizione un simulatore per la guida e l’uso virtuale di macchine edili, una stampante 3D e uno speciale esoscheletro, strumenti che promettono di rivoluzionare il cantiere del futuro.

“Anche quest’anno vogliamo continuare il nostro percorso di ricerca e utilizzo di tecnologie e innovazioni che possano modificare in meglio il comparto edile, ancora troppo legato alla tradizione – spiega Daniela Niederstätter, membro del consiglio d’amministrazione dell’azienda – Siamo convinti che queste nuove tecnologie consentiranno ai lavoratori più giovani, ma anche a quelli più anziani, di affacciarsi ad un nuovo modo di intendere il lavoro in cantiere garantendo molti benefici a chiunque le utilizzerà”.

Il tris vincente

La prima tecnologia di cui dispone in maniera esclusiva Niedertstätter è un simulatore di realtà virtuale Tenstar che permette un training virtuale tramite simulazioni di guida di macchinari del settore edile, dei trasporti, dell’agricoltura e del settore automobilistico. Il simulatore si compone di quattro schermi, tre frontali e uno posteriore, che garantiscono un’esperienza immersiva totale, integrata dall’utilizzo di visori VR, tastiere e comandi wireless aggiuntivi. Agli scopi puramente didattici, si aggiunge la funzione preventiva di strumento utile per capire le dinamiche di cantiere e per abituarsi alle misure sulla sicurezza da adottare durante lo svolgimento delle proprie mansioni lavorative.

Come plus all’offerta, Niederstätter ha anche deciso di essere la leader in Italia nel noleggio dell’esoscheletro MATE-X: un prodotto rivolto a migliorare la qualità del lavoro manuale, con un uso ideale in condizioni ambientali estreme, come spesso accade nei cantieri edili. Questo scheletro esterno dal design ergonomico, leggero e avvolgente garantisce la facilità dei movimenti e offre un supporto prezioso per tutti i tipi di lavoro pesante grazie all’alleggerimento del carico trasportato. La tecnologia si indossa come un indumento da lavoro ed è composto da una struttura sottile e flessibile in fibra di carbonio, rivestita con tessuto traspirante ad alte prestazioni, resistenti ai raggi UV e alle alte temperature.

Infine, nella sede altoatesina, è presente anche una stampante 3D di ultima generazione. Seppure questa tecnologia non sia più una novità al giorno d’oggi, l’innovazione si riscontra nell’evoluzione e versatilità delle sue applicazioni nel campo dell’edilizia. Sono molteplici, infatti, gli esempi internazionali di strutture ed edifici realizzati attraverso la tecnica di stampa 3D. Nelle prospettive strategiche di Niederstätter, l’avvicinamento a questa tecnologia permetterà la creazione di modelli digitali da cui stampare elementi sostitutivi per macchinari danneggiati e l’ottimizzazione nei tempi di produzione, di consegna e di gestione del magazzino. Uno strumento dall’alto potenziale per l’edilizia 4.0 che affiancherà il già più diffuso metodo di pianificazione BIM, Building Information Modeling.

L’azienda

Niederstätter ha concluso il 2021 con un fatturato da record, vicino ai 40 milioni di euro. L’azienda, con sede amministrativa a Campodazzo, è attiva principalmente nel Nord Italia e opera tramite i suoi 80 collaboratori non solo nelle sedi altoatesine, ma anche in Veneto e in Lombardia. La presenza pluridecennale nel mercato dei servizi per l’edilizia, si è andata rafforzando anche per quanto riguarda l’offerta formativa: con le sue Academy distribuite tra Bolzano, Bergamo e Treviso, offre un programma di corsi specifici per gruisti e carrellisti, operatori di macchine movimento terra e gru mobili. Il 2022 sarà un anno di nuove sfide per Niederstätter che ha deciso di concentrarsi sull’implementazione dei servizi di assistenza al cliente, sull’alta formazione dei propri dipendenti e sulla sostenibilità. Non ultimo per importanza, l’ambito della sostenibilità ha già portato risultati positivi nel noleggio e nella vendita di macchinari elettrici a zero emissioni, presenti ora grazie a Niederstätter all’interno di diversi cantieri dell’Alto Adige. Le attese per il futuro sono molte e si rivolgeranno soprattutto verso prodotti e servizi volti alla sostenibilità.