Merlo | Un ROTO 40.18 per Cantiere Rossini

2024-02-01T10:14:29+01:0025 Settembre 2023|Categorie: Aziende, Notizie|Tag: , |

Grazie al ROTO 40.18 Merlo, la logistica del Cantiere Rossini viene rivoluzionata.

Il sollevatore telescopico ROTO 40.18 Merlo è sicuro, compatto e multifunzione

Nel 2015, dai vecchi cantieri navali di Pesaro nasce Cantiere Rossini, realtà attualmente impegnata nella manutenzione e refitting di grandi yacht. L’attività cantieristica è focalizzata nell’organizzazione minuziosa di ogni spazio di manovra, con l’obiettivo di consentire un lavoro privo di rischi legati alla sicurezza degli operatori.

Per questo, con lo sviluppo delle proprie attività, per Cantiere Rossini si è reso necessario un ulteriore mezzo di sollevamento, compatto e multifunzionale, con possibilità di operare a 360°, e dopo un’approfondita visita al cantiere, Merlo è stato in grado di trovare la soluzione migliore: il ROTO 40.18.

Sicurezza e comfort sono assicurati grazie ad un’ampia cabina insonorizzata e alle vibrazioni ridotte al minimo. Lo spazio visuale rimane ampio, con porta apribile a 180°. Inoltre, l’estensione del braccio telescopico fino a 17,7 m in combinazione con la torretta girevole, consente agli operatori di muoversi tra le aree di intervento senza dover riposizionare la macchina. Tutte caratteristiche che rendono il mezzo facile da usare e versatile.

I punti forti

Tra i punti di forza del ROTO 40.18 di Merlo ricordiamo la cabina certificata FOPS e ROPS, larga 1010 mm, con superficie vetrata; la torretta girevole che consente di raggiungere diverse aree di intervento senza riposizionare la macchina; le dimensioni compatte (larghezza 2240 mm, lunghezza 6030 mm e altezza 2980 mm); la facilità di manovra e utilizzo grazie ai comandi intuitivi ed ergonomici che consentono una maggiore fluidità; le attrezzature intercambiabili sostituibili grazie al sistema esclusivo Tac-lock per il bloccaggio idraulico degli attrezzi; il braccio telescopico con altezza di sollevamento fino a 17,7 m.