Manitou | Record di risultati nel 2023

Manitou ha reso noti i risultati del 2023, che si è confermato come un periodo di forte crescita, che ha compensato le difficoltà del 2022 e pone solide fondamenta per il 2024.

Michel Denis, Presidente e CEO del gruppo francese, ha dichiarato: “il 2023 è stato un anno di ulteriore sviluppo commerciale e forte crescita della redditività. La sotto-performance del 2022 è stata completamente cancellata. Il Gruppo registra il suo record storico di fatturato e il più alto livello di utile operativo ricorrente degli ultimi 15 anni. Lo sviluppo della nostra redditività nel 2023 è il risultato di un lavoro sostanziale avviato all’inizio del 2022 per reagire all’esplosione dell’inflazione a seguito dello scoppio della guerra in Ucraina. Aumenti dei prezzi di vendita hanno gradualmente compensato l’inflazione nei materiali grezzi e nelle spese, e le tensioni della catena di approvvigionamento incontrate dalla pandemia di Covid si sono attenuate, lasciando spazio a miglioramenti nell’efficienza industriale. Il miglioramento di questi parametri e la prevista deflazione del nostro portafoglio ordini ci hanno portato a tornare alle modalità operative che conoscevamo prima del picco inflazionistico del 2022, come tempi di consegna vicini ai nostri obiettivi e la stabilità dei prezzi degli ordini, che abbiamo iniziato a ripristinare. Per il 2024, prevediamo entrate stabili rispetto al 2023. La flessione nei mercati europei, in particolare nella costruzione, dovrebbe essere compensata dal dinamismo del mercato nordamericano. Questa polarizzazione dei mercati influenzerà i nostri siti produttivi in ​​modo diverso, con alcuni che rimarranno a tassi di produzione record e altri che rallenteranno rispetto al 2023. Questa prospettiva ci porta a prevedere che il profitto operativo ricorrente per il 2024 sia superiore al 6,5% delle vendite.”

I risultati di Manitou in breve

  • L’anno si è chiuso con vendite nette per 2.871 milioni, +22% rispetto a 2022.
  • L’utile operativo ricorrente si attesta a  211,6 milioni (7,4%) rispetto a  84,6 milioni di euro (3,6%) del 2022.
  • Il reddito netto del gruppo raggiunge i 143,4 milioni di euro rispetto ai 54,7 del 2022.
  • L’EBITDA è di 260 milioni (9,0%) rispetto al 2022.
  • Il debito netto ammonta a 389 milioni, con un rapporto di indebitamento del 44% e un leverage di 1,5.
  • La proposta di dividendo è pari a € 1,35 per azione.
  • L’aspettativa per il 2024 è di una revenue stabile rispetto al 2023.
  • Anche il profitto operativo ricorrente per il 2024 è previsto in aumento, pari al 6,5% delle entrate.