Macchine dal futuro. E con BKT anche i pneumatici sono all’avanguardia

2020-09-02T16:23:15+02:002 Settembre 2020|Categorie: Componenti, Notizie|Tag: , , , , |

Accelera l’introduzione di veicoli da lavoro a guida autonoma ed elettrici nel settore construction. Una rivoluzione con la quale l’industria dei pneumatici Off-Highway dovrà tenere il passo. BKT è pronta ad accettare la sfida.

I grandi produttori di macchine movimento terra stanno virando in modo evidente verso un processo di cambiamento irreversibile, che si chiama Sostenibilità, unica chiave di futuro possibile per la sopravvivenza del pianeta e di chi vi abita. Con un ritmo dettato dal cambiamento ambientale, assistiamo all’introduzione di una nuova generazione di veicoli: a guida autonoma, elettrici, alimentati da fonti energetiche alternative, solare o idrogeno. 

In tutto ciò, l’industria dei pneumatici sta operando attraverso grandi adattamenti in termini di ricerca, essendo il pneumatico una delle componenti fondamentali per le performance dei mezzi, in termini globali di sostenibilità ambientale ed economica.

BKT, che produce pneumatici Off-Highway per i veicoli dei comparti agricolo, industriale, movimento terra, minerario, portuale, ATV e giardinaggio, grazie all’esperienza quasi trentennale ed un’acuta predisposizione al dialogo con i propri utilizzatori, oggi affronta il cambiamento con diverse soluzioni.

Nel particolare caso di veicoli elettrici, la tipologia di distribuzione dell’energia e dei carichi ha comportato infatti la creazione di pneumatici appositi. 

Sempre in ambito elettrico, per poter trasportare carichi più elevati, anche i composti sono nell’occhio della ricerca, dovendo necessariamente funzionare più freddi. 

In merito, BKT sta lavorando allo sviluppo di mescole ancora più performanti, fondamentali per le migliori prestazioni del cosiddetto “pneumatico del futuro”, cioè i nanomateriali o nanocompositi che offrono funzionalità avanzate come stabilità termica o meccanica – BKT Research & Development Center sta conducendo inoltre studi ed esperimenti di nanotecnologia su fibre naturali come nanoargilla e nanocellulosa.

Sempre parlando di materiali, un altro elemento che l’azienda indiana sta sperimentando è il grafene, che fornisce una maggiore resistenza all’usura e alla perforazione, una maggiore resistenza alla trazione, nonché una migliore resistenza al rotolamento e una durata eccezionale. 

Il grafene conferisce una straordinaria forza e un’eccellente flessibilità. Basti pensare che questo materiale è 200 volte più resistente e 6 volte più flessibile dell’acciaio. 

Considerato il materiale più sottile e resistente al mondo, ha un tasso di conducibilità straordinariamente elevato sia in termini di calore che di elettricità, tutte caratteristiche che lo rendono un materiale ideale per applicazioni pesanti, come i lavori nel settore minerario.  

Infine, poiché il dialogo tra pneumatici e macchine sarà un punto cruciale, un esempio di adattamento alle nuove generazioni di veicoli da lavoro sono i sensori montati sul pneumatico, che possono comunicare alla macchina il consumo del battistrada per esempio, importante per le macchine da miniera sottoposte a carichi di lavoro molto stressanti dal punto di vista del consumo, o la compattezza del suolo, in agricoltura, per variare la pressione di gonfiaggio aggirando eventuali usure. 

BKT è presente in questo ambito con SPOTECH, un dispositivo in grado di fornire informazioni sulla posizione esatta dell’attrezzatura tramite la traccia satellitare. Questo sistema include un accelerometro che registra i dati, posizionato sull’apparecchiatura per registrare tutti i movimenti laterali, longitudinali e verticali, nonché le forze correlate oltre a velocità, durata del ciclo e altri parametri. SPOTECH analizza in profondità l’utilizzo dei pneumatici tenendo conto dei suoi effetti e conseguenze sull’attrezzatura su cui sono montati.

Automazione, digitalizzazione dei dati, energie alternative, materiali innovativi, tutto concorre insomma a rendere concreto un futuro possibile, che rispetti il pianeta e l’uomo soprattutto. 

BKT accetta la sfida e lo fa con tutte le carte in regola, con una visione molto solida, come solo le grandi imprese possono fare.