La nuova regina all roads Liebherr

LTM 1100-5.3 è la nuova autogrù presentata da Liebherr a Bauma 2022. Offre un potente braccio telescopico di 62 metri e trasporta su strade pubbliche fino a 16,9 tonnellate di zavorra con un carico per asse di 12 tonnellate.

Perfezione progettuale

“The master of all roads” è lo slogan con cui Liebherr ha presentato la nuova autogru LTM 1100-5.3 alla recente fiera Bauma. Un mix di mobilità, economicità e prestazioni che può muoversi in tutto il mondo in maniera economicamente conveniente e viaggiare con un carico per asse di sole 9 t.

Nella progettazione della LTM 1100-5.3, Liebherr si è concentrata prima di tutto sulla costruzione leggera per poter trasportare la massima quantità di zavorra possibile con un carico assiale di 12 tonnellate e per ottenere i più bassi carichi assiali possibili, riducendo la zavorra. In aggiunta, la nuova gru è stata progettata con un braccio telescopico lungo e robusto.

Elevata mobilità in tutto il mondo

Quando si tratta di carichi assiali flessibili, la nuova LTM 1100-5.3 stabilisce standard senza precedenti: con 0,8 tonnellate di zavorra, raggiunge un peso totale di 44 t e un carico per asse di 9t. Con 4,4 t di zavorra, viaggia con 10 t di carico per asse e 48 t di peso totale. Con un carico per asse di 12 t, la nuova gru da 100 t può trasportare fino a 16,9 t di contrappeso. Si tratta del 75% della massima zavorra da 22,5 t. Un nuovo record per le gru mobili a livello mondiale. Ciò consente alla nuova LTM 1100-5.3 di svolgere la maggior parte dei lavori come gru taxi senza trasporto di zavorra aggiuntiva.

Ampio raggio di lavoro con braccio telescopico da 62 metri

Con i suoi 62 m di lunghezza, il braccio telescopico è addirittura più lungo di due metri rispetto al modello Liebherr a 5 assi più potente, la LTM 1110-5.2. Inoltre, è disponibile un falcone pieghevole da 9,5 a 16 m, che come opzione può essere regolata idraulicamente tra 0° e 40°. Ciò consente alla LTM 1100-5.3 di raggiungere altezze di sollevamento fino a 76 m e sbracci fino a 64 m. Tra le altre opzioni figurano un falcone da montaggio da 2 m e una puleggia addizionale pieghevole lateralmente, che offrono un’ulteriore flessibilità d’uso.

La nuova gru da 100 t è dotata di maggiore sicurezza, flessibilità e capacità di carico grazie al supporto variabile VarioBase. Il VarioBallast di serie, che consente di regolare il raggio della zavorra tra 4,0 e 5,1 metri, offre inoltre una maggiore flessibilità in cantiere.

Controllo della gru LICCON3

La terza generazione del controllo LICCON (Liebherr Computed Control) si basa su un funzionamento collaudato, con un software e un linguaggio di programmazione completamente nuovi, nonché un bus dati più veloce, una memoria significativamente maggiore e prestazioni del computer superiori. I gruisti che hanno familiarità con il sistema di controllo precedente si abitueranno rapidamente e facilmente al nuovo sistema di controllo, poiché il valore di riconoscimento è molto elevato.

Nuove cabina di guida e cabina della gru

Liebherr sta introducendo la nuova cabina contemporaneamente al sistema di controllo LICCON3. Il design moderno è caratterizzato da materiali pregiati e linee senza tempo e offre miglioramenti significativi per il gruista, che includono il nuovo volante multifunzione, le tendine parasole laterali sullo sportello del conducente, la strumentazione e i moduli dei pulsanti migliorati e i nuovi display.

I pacchetti di illuminazione per la cabina della gru, la torretta, la parte posteriore del veicolo, i fari anteriori, il braccio telescopico e le punte a griglia sono stati ottimizzati e possono essere gestiti con i LED. I benefici della tecnologia LED sono la lunga durata e una migliore performance di illuminazione.

Trasmissione ZF TraXon DynamicPerform

Nella nuova LTM 1100-5.3, è installato l’innovativo modulo frizione DynamicPerform. Offre per la trasmissione modulare ZF TraXon un avviamento e una manovra praticamente privi di usura e senza surriscaldamento, poiché trasmette la potenza del motore tramite un pacco di dischi raffreddati a olio. Il calore di attrito generato all’avviamento viene trasferito all’olio della frizione e dissipato al sistema di raffreddamento del veicolo attraverso uno scambiatore di calore olio/acqua. Gli operatori delle gru beneficiano così di una maggiore efficienza e di minori costi di manutenzione.