Kohler | Cela sceglie il sistema ibrido K-HEM per le proprie piattaforme aeree da 28 e 30 m

2023-08-21T11:04:38+02:0027 Giugno 2023|Categorie: Aziende|Tag: , , |

“Quando abbiamo scelto Kohler la decisione è stata guidata da due principali esigenze: voler creare la prima piattaforma su cingoli di grandi dimensioni che non necessitasse di un sistema di post-trattamento, e voler creare la prima piattaforma su cingoli di grandi dimensioni che avesse delle emissioni realmente ridotte. Questo matrimonio perfetto è stato pensato da Cela e Kohler, e si è espresso con il primo motore ibrido da noi installato sui nostri ragni, o piattaforme cingolate con doppi bracci telescopici da 28 e 30 metri, chiamate Spyder DT28 e DT30”. – Aldo Arcari, Direttore di stabilimento di Cela.

Tra Kohler e Cela la scintilla è scattata nel 2019, quando il Costruttore era alla ricerca di una soluzione che gli permettesse di semplificare la parte di propulsione della famiglia di piattaforme più alte. Modelli che, per le prestazioni che offrono, richiedono potenze superiori ai 19 kW, soglia oltre la quale i diesel, per restare nelle normative in vigore, devono cominciare ad equipaggiarsi con sistemi di post trattamento ingombranti da una parte e che richiedono una maggior dose di attenzione per la loro gestione e manutenzione.

Dalla volontà di restare quindi al di sotto dei 19 kW è nata l’idea di installare un sistema ibrido, con il motore diesel sempre al centro dell’alimentazione, ma affiancato da un motore elettrico in grado di aggiungere potenza quando necessario, senza andare a impattare a livello di emissioni.

Il K-HEM di Kohler sulle PLE da 28 e 30 m di Cela

Sugli Spyder D28 e D30 di Cela ecco quindi approdare il sistema ibrido booster di Kohler, il K-HEM  Lo Spyder Hybrid è dotato di un motore Kohler diesel compatto da 18 kW, ibridizzato con motore elettrico che può pescare energia da una potente batteria al litio: si tratta di K-HEM 1003, conforme alla normativa Stage V e senza DPF, e tale da conferire più di 30 kW di potenza di picco senza bisogno di utilizzare sistemi di post-trattamento dei gas di scarico. La manutenzione ordinaria viene così semplificata, i tempi di fermo annullati, e il ciclo di vita del motore risulta più lungo.

Non solo il boost elettrico fino a 15 kW permette di abbassare la potenza media delle operazioni endotermiche (downsizing), ma quando è richiesta una bassa potenza endotermica, entra in gioco la generazione elettrica Hybrid di Kohler-Cela: l’unità di potenza permette di ricaricare la batteria, per offrire all’operatore una giornata lavorativa ottimizzata e senza imprevisti.

Cela Hybrid Spyder ha un motore ad ampia gamma che si è dimostrato adeguato ad essere impiegato anche nelle situazioni più impegnative. Vuole essere la chiave di volta per aggiornare piattaforme già esistenti meno versatili e più inquinanti. Questo prototipo creato a quattro mani da Cela e Kohler è un concetto all’avanguardia che sarà presto industrializzato.