JCB: the “Next Generation”

Motori potenti, cabina e tettuccio ROPS più grandi, geometria del braccio di scavo migliorata, design del sottocarro con telaio ad H facile da pulire. Sono alcune caratteristiche dei nuovi modelli da 3,5 e 3,6 t con cui JCB amplia la linea di escavatori compatti.  

Il nuovo escavatore compatto 35Z-1 girosagoma (zero tail swing) da 3,5 t , che sostituisce il modello 8035ZTS della generazione precedente, è ideale per lavorare in aree ristrette, e fornisce una maggiore protezione poiché il contrappeso ruota all’interno della larghezza della macchina.

Il 36C-1 a rotazione convenzionale da 3,6 t, invece, è un modello totalmente nuovo nella gamma JCB, e offre una elevata produttività con portata, stabilità e prestazioni di sollevamento davvero notevoli.

Entrambe le macchine sono alimentate da un motore Perkins Stage V/T4 Final a tre cilindri, che eroga una potenza di 18,4 kW (24,6 CV). Una funzione di minimo automatico programmabile riduce il regime del motore a 1.400 giri/min quando le leve di commando non vengono utilizzate, riducendo così il consumo di carburante e la rumorosità.

Le due JCB utilizzano inoltre la più recente pompa idraulica elettro-proporzionale a cilindrata variabile Bosch-Rexroth con rilevamento del carico, una nuova tecnologia che elimina lo stallo consentendo di utilizzare tutta la potenza del motore.

I due modelli sono dotati della nuova cabina ROPS/TOPS, con parabrezza con sdoppiamento 70/30 per la massima visibilità sull’area di lavoro.

Gli escavatori compatti JCB presentano un nuovo design del sottocarro con telaio ad H, che consente una maggiore rigidità e permette al materiale di cadere dal carro riducendo l’accumulo.

Anche il design della lama dozer è stato migliorato, con una curvatura rivista per ottimizzare le prestazioni di spinta, e la geometria del braccio di scavo è stata rivista per migliorare le prestazioni sia di sollevamento che di carico.

2021-05-03T11:58:57+02:0029 Aprile 2021|Categorie: Movimento terra, Notizie|Tag: , , , , , |