Insieme a Ecomondo per il futuro, l’ambiente e l’economia circolare

2022-11-07T11:09:06+01:007 Novembre 2022|Categorie: Eventi, Notizie|Tag: , |

Guidare la transizione ecologica: continua l’importante e quanto mai attuale obiettivo della celebre fiera di Rimini, Ecomondo, che apre domani 8 novembre.

Diamo uno sguardo su ciò che succederà a Ecomondo, evento di riferimento in Europa per la transizione ecologica e per i nuovi modelli di economia circolare e rigenerativa

Questa edizione, che si svolgerà dall’8 all’11 novembre, si basa su 4 aree tematiche riguardanti la gestione e valorizzazione dei rifiuti e loro trasformazione in materia prima seconda; la bioeconomia circolare e bioenergie; il trattamento e la gestione della risorsa idrica; la bonifica e riqualificazione dei siti contaminati e industriali dismessi e rischio idrogeologico. E a tali tematiche faranno da sfondo macchinari per il recupero di metalli, soluzioni di controllo digitale per la distribuzione delle acque, tecnologie di rigenerazione dei suoli e dei siti industriali dismessi, stampanti 3D alimentate da bioplastiche e tanto altro.

Economia circolare e PNRR

Economia circolare e il PNRR: un punto forte di Ecomondo. Si parlerà dello stato dell’arte ma anche di opportunità, strategie e contesto normativo per i futuri scenari in Italia. Si affronteranno questioni su come accelerare la transizione della nostra industria verso la neutralità climatica e come creare un mercato europeo più autonomo rispetto alle grandi potenze internazionali, e si parlerà anche di intensificazione di politiche circolari e uso di materie prime rinnovabili.

Per quanto riguarda il PNRR e l’agricoltura, si parlerà di come sfruttare gli interventi per agricoltura sostenibile ed economia circolare per progredire tecnologicamente in questo settore, tutelando suoli, ambiente e produzioni alimentari. Istituzioni, associazioni di categoria e imprese faranno una prima valutazione della linea di investimento del PNRR che si occupa di rifiuti urbani ma non solo, si analizzerà anche il PNRR nel settore delle costruzioni, lo stato dell’arte, criticità e opportunità.

Un altro importante tema sarà il finanziamento dell’innovazione nell’economia circolare in Europa, scoprendo le opportunità di finanziamento e i progetti innovativi sostenibili. La Commissione europea parteciperà a Ecomondo 2022 per presentare a tutti le più recenti opportunità di finanziamento europee proprio nell’ambito dell’economia circolare. Quest’anno l’Agenzia esecutiva europea per il clima, l’infrastruttura e l’ambiente (CINEA), l’Agenzia esecutiva del Consiglio europeo per l’innovazione e le PMI (EISMEA) e l’Agenzia esecutiva europea per la ricerca (REA), in rappresentanza della Commissione europea, si sono unite per partecipare con diverse attività tra cui seminari ed eventi, presentazioni di progetti e aziende, incontri One-to-EU con i rappresentanti della Commissione europea. Allo stand i progetti europei delle tre diverse agenzie presenteranno i loro risultati e le loro soluzioni, e sarà possibile incontrare i rappresentanti della Commissione europea per riunioni individuali sulle opportunità di finanziamento.

Salvaguardia e la rigenerazione ambientale

Riguardo la salvaguardia e la rigenerazione ambientale si parlerà di “trenchless technologies”, di risanamento e riqualificazione di siti inquinati e rigenerazione delle coste, ma anche di ridurre gli sprechi alimentari; poi torna il Villaggio della sanificazione, con tecnologie e prodotti che sono parte integrante degli standard di prevenzione e di salubrità degli ambienti di lavoro pubblici e privati. Infine, Start-up e scale-up italiane e internazionali sono a Ecomondo per completare con prodotti o servizi innovativi la filiera delle green technologies, dal riciclo alle rinnovabili, in partnership con ICE e ART-ER.

Ecomondo attraverso i convegni

Anche questa edizione di Ecomondo prevede un ricco calendario di convegni, seminari e conferenze distinte in conferenze sul PNRR, di filiera e conferenze “faro”, tenute da esperti, ricercatori, aziende e istituzioni nazionali e internazionali. Ecomondo, ospiterà l’11ª edizione degli Stati Generali della Green Economy promossi dal Consiglio Nazionale della Green Economy in collaborazione con il Ministero della Transizione Ecologica e il patrocinio della Commissione europea.

GLI APPROFONDIMENTI

Transizione ecologica: una visione internazionale

Pandemia, impatti dei cambiamenti climatici e dell’inquinamento sulla salute e sulla produttività delle acque e delle terre del bacino del Mediterraneo richiedono politiche mirate, protocolli e tecnologie in linea con un’economia circolare a minor impatto climatico ed energetico, ed Ecomondo è il luogo giusto dove discutere questi temi, confrontandosi con esperti provenienti da tutto il mondo, individuando le soluzioni tecnologicamente più idonee che coinvolgano istituzioni locali, attori pubblici e privati, enti finanziatori, cittadini e consumatori. Si parlerà della costruzione di una rete che coinvolga i territori del mediterraneo promuovendo sinergie internazionali, volte ad allineare politiche e finanziamenti, che metta a sistema iniziative esistenti, progetti già finanziati, hub di ricerca per arrivare agli obiettivi previsti ripristinando lo stato delle nostre acque entro il 2030. Il Forum promuove anche le condizioni per incentivare gli investimenti in Africa, accelerare la transizione energetica ed ecologica nel paese e consentire alle aziende italiane di entrare in questo mercato.

Economia verde in Italia

L’8 -9 novembre 2022 tornano, a Ecomondo, gli Stati Generali della Green Economy, l’evento di riferimento per approfondire lo stato dell’economia verde italiana con i massimi rappresentanti delle imprese e delle istituzioni. Ci saranno circa 100 gli speaker, in due sessioni plenarie e 5 sessioni tematiche su energia/clima, città, economia circolare, acqua e capitale naturale. Di particolare interesse la condivisione delle proposte di policy con il nuovo Governo e il nuovo Parlamento, il tema di quest’anno è: “Le nuove sfide della transizione ecologica per le imprese italiane”.