Inquinanti a chi?

Secondo uno studio di Ertico e Acea i mezzi oltre le 3,5 t possono ridurre le emissioni di CO2 del 25 percento applicando le tecnologie dei Sistemi di trasporti intelligenti.

Inquinanti a chi? sistemi di trasporto intelligenti Osservatorio Autopromotec mercato inquinamento camion Ertico camion autocarri analisi di mercato Acea

Il dato emerge da un’elaborazione dell’Osservatorio Autopromotec che evidenzia come i Sistemi di trasporto intelligenti, o ITS (Intelligent Transportation Systems) permettano, attraverso la raccolta e l’elaborazione di dati, una più efficace gestione dei flussi di traffico e della mobilità, che si traduce in una diminuzione delle emissioni.

Tra i principali ITS lo studio cita i dispositivi di eco-routing (navigatori satellitari intelligenti che suggeriscono il percorso migliore per ottimizzare i consumi di carburante) e i sistemi di supporto alla guida ecologica (Eco-driving Support Service), che garantiscono una riduzione media del 13 percento delle emissioni di CO2. Il Predictive Powertrain Control, sistema che rivela le caratteristiche del tracciato stradale che il veicolo deve affrontare intervenendo su regolazione della velocità, frenata e gestione del cambio, è invece in grado di ridurre i consumi di carburante e le emissioni di CO2 del 5 percento.

Per quanto riguarda invece gli ITS applicati alle infrastrutture stradali, tra le soluzioni più promettenti per limitare l’impatto sull’ambiente sono emersi gli strumenti di gestione del traffico che regolano l’immissione dei veicoli in autostrada e i sistemi di assistenza per la ricerca del parcheggio collegati in tempo reale ai navigatori dei veicoli. La somma delle percentuali di riduzione delle emissioni di CO2 per l’insieme delle applicazioni ITS citate dà un totale del 25 percento.