Indeco demolisce la centrale di Zion

Le attrezzature per la demolizione Indeco sono fondamentali nei lavori di dismissione della centrale nucleare di Zion in Illinois, USA.

Soluzione Greenfield

Con il termine “greenfield” Energy Solutions prevede di riportare, entro la fine del 2026 tutta l’area in cui sorgeva la centrale nucleare di Zion nelle condizioni ambientali e paesaggistiche che la caratterizzavano prima che cominciasse la costruzione dell’impianto. Un progetto ambizioso che coinvolge molteplici attrezzature Indeco impegnate nelle opere di demolizione.

Il cantiere

L’intervento – affidato a Manafort Brothers, una delle più importanti imprese degli Stati Uniti specializzate in questo genere di dismissioni – è inerente la demolizione della centrale di Zion, costruita negli anni Settanta in Illinois, sulle rive del Lago di Michigan, a circa 64 km da Chicago e 68 da Milwaukee.

Dopo parecchi anni di inattività Energy Solutions, attraverso la sussidiaria Zion Solutions, si sta occupando dell’asportazione degli impianti, della demolizione delle strutture e del conferimento di tutti i materiali di risulta in un sito di sua proprietà.

Il piano di dismissione ha previsto che per tutte le fasi relative alla demolizione delle strutture in cemento armato e in acciaio, fosse adottata la sola procedura di tipo meccanico. Un lavoro delicato da affidare a un’impresa di provata esperienza e capacità.

La scelta è quindi caduta su Manafort Brothers di New Britain, Connecticut, impresa con quasi cento anni di storia, riconosciuta a livello nazionale, in quanto l’unica, ad oggi, che può già vantare di avere eseguito la demolizione di due centrali nucleari nella costa orientale degli Stati Uniti.

I cementi armati di Zion presentano valori di resistenza a compressione da 60 a 90 MPa (8,7- 13 Kpsi).

Le attrezzature

Demolizioni così impegnative e complesse richiedono macchine e attrezzature adeguate. Manafort Brothers ha deciso di utilizzare esclusivamente martelli Indeco, affiancati da un frantumatore e una cesoia, sempre forniti da Indeco.

Nel dettaglio

Nel cantiere di Zion operano

2 martelli HP 25000 (in Europa HP 18000 – peso operativo, 11054 kg, utensile da 250 mm per escavatori da 60 a 140 t),
3 martelli HP 13001 (in Europa HP 9000 – peso operativo 5000 kg,15.000 joules, punta 195 mm per escavatori da 39 a 80 t),
1 martello HP 8000 (in Europa HP 5000 – peso operativo 3150 kg, utensile 160 mm 8000 joules, per escavatori da 27 a 50 t)  montato su escavatore dotato di braccio lungo da demolizione,
1 cesoia ISS 30/50,
1 frantumatore rotante IRP 1250.

Le dimensioni dell’intervento

A lavoro terminato l’impresa avrà prodotto oltre 113.000 t di materiale di risulta, cui vanno aggiunte le decine di migliaia di tonnellate di materiali ferrosi e non ferrosi prodotti dal processo demolitivo.

Le strutture interne ed esterne in calcestruzzo armato di maggior rilievo sono realizzate con getti di calcestruzzo che variano da 1 a 4 m, con armature di diametro 32 o 36 mm, con maglia che varia da mediamente fitta a molto fitta.

Notevole la presenza internazionale di Indeco.

Produttività e Servizio

Le attrezzature Indeco sono state e continuano a essere sottoposte a un lavoro molto gravoso, decisamente esteso a livello temporale. Un intervento come quello di Zion rappresenta una sfida anche sul piano del servizio e dell’assistenza, elementi che inevitabilmente finiscono per incidere in modo decisivo sulle tempistiche di cantiere.

Se la soddisfazione dell’impresa per i martelli, il frantumatore e la cesoia Indeco nasce da evidenti considerazioni produttive, un ruolo decisivo è svolto dal servizio offerto da Indeco North America, che ha sempre dato risposte rapide ed efficaci a tutte le esigenze, peraltro quasi tutte riferite a interventi di manutenzione ordinaria.