Il Textilsharing by Mewa

Per essere sempre pronti con l’abbigliamento da lavoro in ogni stagione,
ecco il Textilsharing Mewa.

Cioè, utilizzare l’abbigliamento da lavoro senza acquistarlo.

Ma come funziona il servizio?

Il Textilsharing by Mewa sicurezza servizi noleggio Mewa DPI abbigliamento protettivo

La dotazione viene noleggiata da un fornitore di servizi tessili come
Mewa. Il cliente può concordare nel contratto che venga fornita ai
dipendenti una doppia dotazione, invernale ed estiva.

E’ poi il fornitore di servizi a occuparsi dell’intera gestione: il
ritiro degli indumenti usati, il lavaggio, la riparazione, la
sostituzione e la riconsegna dei capi puliti.

Le modifiche di taglia e l’arrivo di nuovo personale si affrontano con
la massima flessibilità.

Un dettaglio Importante da sottolineare: a ciascun dipendente vengono
sempre riconsegnati i propri indumenti. Il sistema di codici a barre
esclude infatti l’eventualità che i capi vengano scambiati.

Il Textilsharing by Mewa sicurezza servizi noleggio Mewa DPI abbigliamento protettivo

“In estate, gli indumenti da lavoro devono essere leggeri e ariosi,
preferibilmente in tessuto traspirante”, spiega Horst Hübler, consulente
tecnico presso Mewa. “Se il tipo di lavoro lo consente, si possono
indossare i pantaloncini corti e anche i pantaloni leggeri. Sono
pratiche le T-shirt e le polo, così come un gilet per le ore più fresche”.

Fanno parte della dotazione anche occhiali da sole, cappellini e crema
solare.

Da giugno Mewa propone anche indumenti estivi per la cantieristica
stradale o il servizio gestione rifiuti: la gamma è stata quindi
ampliata con bermuda e t-shirt ad alta visibilità con effetto segnaletico.

© Macchine Cantieri – Riproduzione riservata – Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni
sugli articoli pubblicati vanno inviate a:mc@macchinecantieri.com
<mailto:mc@macchinecantieri.com>