Il futuro del trasporto secondo Man

Emissioni zero, digitalizzazione, guida autonoma. Questi e altri temi sono stati i punti forti Man all’IAA Transportation 2022 per fornire risposte e dare forma al cambiamento.

Innovazioni a 360°

Al salone IAA Transportation 2022, MAN ha presentato i tre megatrend che accompagnano il cambiamento: emissioni zero per un trasporto di merci su strada privo di CO2, digitalizzazione per l’integrazione ottimale degli autocarri nei processi di trasporto e guida autonoma per una maggiore sicurezza ed efficienza, un impiego mirato del poco personale di guida a disposizione e la combinazione intelligente di diversi mezzi di trasporto rispettosa del clima.

“Con consumi di carburante ancora più bassi, un’attenzione ancora maggiore alle esigenze dei conducenti e servizi digitali utili, come il pagamento automatico alla stazione di servizio per gli autocarri, semplifichiamo le attività quotidiane dei nostri clienti. Rendiamo flessibile la nostra produzione e costruiamo il nostro futuro eTruck pesante in linea con i veicoli convenzionali, per poter elettrificare gli autocarri o produrre autocarri con motore diesel a seconda delle esigenze dei nostri clienti.

Con l’avvio della produzione, il nostro nuovo eTruck coprirà tutte le aree di applicazione, dalla distribuzione regionale di latte biologico al trasporto a lungo raggio di acciaio verde. Accompagniamo i nostri clienti nel passaggio alla mobilità elettrica nel modo più personalizzato possibile, in base alla nostra pluriennale esperienza nel settore degli autobus e dei van elettrici e del nostro eTGM elettrico nel servizio di distribuzione” ha spiegato Alexander Vlaskamp, CEO di MAN Truck & Bus, illustrando l’approccio di MAN per un trasporto sostenibile a impatto zero sul clima.

MAN eTruck

Al centro della presentazione fieristica di MAN c’era il prototipo del nuovo eTruck MAN simile alla produzione di serie, che dal 2024 inizierà a essere utilizzato dai primi clienti. La sua peculiarità tecnica è la predisposizione per la futura ricarica in megawatt: elevate potenze di ricarica con tempi di ricarica brevi rendono l’autocarro elettrico adatto al trasporto a lungo raggio pesante, con un’autonomia giornaliera compresa tra 600 e 800 km, e in seguito fino a 1000 km.

Sarà possibile il trasporto a lungo raggio di alimenti refrigerati così come la raccolta di rifiuti urbani silenziosa e senza emissioni o il trasporto elettrico dei materiali in cantiere.

Emissioni zero: approccio generale nel passaggio all’elettricità

Per il successo nel passaggio della flotta da diesel a elettrica è necessaria un’analisi complessiva delle esigenze dei clienti già molto prima dell’acquisto di un autocarro elettrico. MAN eMobility Consulting comprende, oltre alla consulenza sul veicolo, anche l’analisi delle condizioni d’impiego specifiche del cliente, come le fasi operative, tra cui l’ottimizzazione dei costi, l’analisi dei percorsi, l’ottimizzazione delle flotte e la necessaria consulenza sull’infrastruttura di ricarica.

Vengono in aiuto strumenti digitali, come il nuovo MAN eReadyCheck, con cui i clienti potranno verificare come poter effettuare le consegne in modalità esclusivamente elettrica, oppure il MAN eManager, con cui i gestori di parchi veicoli potranno tenere sempre sotto controllo le principali informazioni di ricarica di tutti gli autocarri della flotta.

Digitalizzazione: un buon aiuto per il trasporto quotidiano

Nell’ambito della digitalizzazione, già oggi con MAN Now è possibile aggiornare il materiale cartografico per la navigazione e installare sul veicolo funzioni di guida come MAN EfficientCruise o programmi di guida specifici per l’impiego over-the-air.

Le operazioni di officina possono essere eseguite in modo rapido e semplice con la gestione digitale della manutenzione MAN ServiceCare mentre il monitoraggio dell’efficienza online MAN Perform aiuta a garantire che l’autocarro viaggi sempre risparmiando carburante.

Inoltre è stato presentato il nuovo sistema di pagamento digitale MAN SimplePay, che semplifica notevolmente la tappa alla stazione di servizio per i conducenti e il quadro generale dei costi del carburante per i gestori dei parchi veicoli.

Verso un traffico autonomo

La guida autonoma è fondamentale per la trasformazione verso un trasporto sostenibile delle merci. I vantaggi: meno incidenti dovuti a errori umani, maggiore flessibilità ed efficienza, grazie alla liberazione delle procedure di trasporto dei tempi di guida e di riposo prescritti per legge e alla riduzione delle attività di guida poco allettanti sulle lunghe distanze a favore di attività di guida impegnative e diversificate nel traffico urbano e regionale per i pochi conducenti ancora presenti.

All’IAA MAN ha illustrato le fasi di sviluppo continuo, dalla guida autonoma su terreni chiusi alla guida completamente autonoma in autostrada tra gli hub logistici: il progetto ANITA sta sviluppando la consegna autonoma di container in un terminal di trasbordo strada/ferrovia gestito dal partner di cooperazione Deutsche Bahn.

Il progetto ATLAS-L4 sta già lavorando alla realizzazione concreta di trasporti hub-to-hub autonomi, diventati possibili a partire dal 2022 grazie alla legge sulla guida autonoma. Alla fine del 2024, con ATLASL4, viaggerà su un’autostrada tedesca il primo autocarro con guida autonoma.

Meno carburante, più potenza

Con la classica trazione diesel, MAN ha presentato una nuova versione del motore D26. Numerosi miglioramenti interni al motore fanno consumare a questo allrounder per il trasporto a lungo raggio, il servizio di distribuzione pesante e il trasporto cava/cantiere, a seconda dell’impiego, fino al 3% in meno di carburante rispetto alla versione attuale, incrementando al contempo la coppia di 50 Nm e con un supplemento di 10 CV per tutte le varianti di potenza.

Un ulteriore risparmio per il trasporto a lungo raggio è offerto da nuovi accorgimenti aerodinamici per il MAN TGX, che riducono ulteriormente la resistenza aerodinamica dell’aria attorno alla cabina e con prolunghe che migliorano il passaggio del flusso d’aria al semirimorchio: insieme ai risparmi ottenuti dal motore, si possono ridurre i consumi di carburante anche del 4% nel trasporto a lungo raggio.

Ancora più eleganza e sicurezza

MAN ha introdotto l’esclusivo allestimento di punta Individual Lion S, apprezzato da conducenti e imprenditori, e premiato di recente con il Red Dot nel Red Dot Design Award. Ora è disponibile anche per la serie MAN TGS ed è ricco di novità: lo speciale design di colori comprende anche i bracci delle telecamere del sistema di specchi digitali MAN OptiView, grazie al quale il conducente non ha più alcun angolo morto nella percezione della situazione del traffico e degli altri utenti della strada.

I tipici elementi di design rossi negli interni e negli esterni sono completati da nuovi dettagli estetici. Gli Aerodome ai lati delle cabine di guida lunghe vengono evidenziati esteticamente con elementi cromatici neri o rossi; inoltre è disponibile un accattivante pacchetto estetico in nero. Nel servizio di distribuzione, MAN punta su una sicurezza ancora maggiore per tutti gli utenti della strada: il MAN TGM è ora disponibile, come in precedenza, con il sistema di avviso di cambio corsia LCS e l’assistente anticollisione al cambio di corsia (LCCPA).