IFAT | Il salone tedesco all’insegna dell’ambiente

2024-03-07T16:24:50+01:0011 Marzo 2024|Categorie: Eventi, Notizie|

Motore più importante dell’industria ambientale globale, IFAT Monaco 2024 offre approfondimenti completi e soluzioni innovative.

IFAT cresce sempre di più

Alcuni giorni fa è stata presentata, a Milano, l’edizione 2024 di IFAT, salone leader mondiale per le tecnologie di trattamento acque, acque reflue, rifiuti solidi e riciclaggio, in programma dal 13 al 17 maggio prossimo al Messe München di Monaco di Baviera.

Davide Galli, direttore generale di Monacofiere – Ufficio di Rappresentanza in Italia di Messe München, il suo collega Davide Zambetti, che si occupa della parte commerciale sull’Italia, e in collegamento da Monaco di Baviera Philip Eisenmann, direttore del salone IFAT e Matthias Gloetzner, responsabile ufficio stampa IFAT, hanno anticipato i temi chiave della prossima edizione della fiera, con un’attenzione particolare agli argomenti di stretta attualità a livello europeo.

Galli ha fatto notare che, in generale, i numeri di questa fiera sono in crescita, e l’Italia risulta tra i primi 10 Paesi di riferimento di IFAT. Nell’edizione 2022, tra gli espositori risultavano 311 imprese italiane, mentre nel 2024 le imprese italiane saranno 317. Il programma prevede, per il 13 maggio, l’inaugurazione della fiera, il 14 maggio il Vertice dell’economia del riciclo, il 15 maggio la Tavola rotonda sul Green Deal europeo con politici di vertice dell’UE, il 16 maggio la Giornata dei comuni resilienti e il 17 maggio il Future of Living.

Temi chiave per l’edizione 2024

Nel percorso verso la resilienza climatica, città e comuni svolgono un ruolo chiave, e a riguardo, a IFAT verranno presentate sfide e opportunità ma anche idee e soluzioni. La circolarità delle materie prime secondarie sarà uno dei temi centrali di IFAT, perché economia circolare è sinonimo di tutela del clima. Si spiegherà come funziona la complessa catena di processo costituita da raccolta, trasporto, separazione/classificazione e trattamento, e come si collabora con l’industria per una vera economia circolare, ad esempio nell’industria della plastica, automobilistica e siderurgica.

I temi principali dal vivo saranno suddivisi in stage. Blue Stage: come realizzare uno sfruttamento sostenibile delle acque e quali sfide bisogna vincere. Orange Stage: tutto su economia circolare ed efficienza delle risorse, gestione del flusso dei materiali, logistica e mobilità nelle municipalità e nell’economia dei rifiuti. Green Stage: gli espositori presentano prodotti, soluzioni e innovazioni consolidati. Cross_Industry Sessions: soluzioni per industrie e settori diversi, e approcci condivisi per un’economia circolare.

Nella Spotlight Area i temi in evidenza riguarderanno come riciclare la plastica, l’idrogeno nell’economia circolare, la digitalizzazione nella gestione delle acque, scoprire e riscoprire l’acqua potabile, la circolarità per la mobilità elettrica. Ma ci saranno anche demo pratiche dal vivo riguardanti un’area dimostrativa con zona di frantumazione, la costruzione di canali a zero emissioni, truck in action show e riciclo di autoveicoli.