Hoval partecipa al progetto Casa Gas Free

CASA GAS FREE è un protocollo di certificazione che permette di costruire edifici gestiti senza gas e senza fonti fossili mantenendo nel contempo il massimo comfort abitativo e i minimi costi di gestione.

A questo protocollo a prima vista visionario lavora dal 2009 un pool di tecnici e professionisti che hanno già costruito centinaia di abitazioni che rispondono pienamente a questo protocollo.

Ma cosa succede se si acquista una casa Gas free che però non è stata realizzata secondo questo protocollo? Magari non si rischia niente, ma magari invece si va incontro ignari a molteplici problematiche tra cui consumi elevati; comfort abitativo non ottimale o addirittura compromesso; comfort sanitario non ottimale o addirittura compromesso; malfunzionamenti e rotture frequenti dovuti a un’errata progettazione ed errata programmazione.

Ma tranquilli, che c’è una soluzione. Basta richiedere il protocollo di certificazione CASA GAS FREE, studiato per garantire al cliente la realizzazione di case costruite a regola d’arte. 
Il protocollo è scaricabile gratuitamente al link: www.casagasfree.it/certificazione/

Seguendo il protocollo e la modulistica necessaria per la certificazione, si ottengono due vantaggi a garanzia del risultato:
1) un reale e maggiore coinvolgimento dei principali attori del processo: progettista termotecnico, direttore lavori, ditte installatrici;
2) un controllo da parte di un team indipendente, sui principali elaborati progettuali: progetto termotecnico, schemi idraulici, schemi elettrici, report fotografici, schede tecniche.

La bontà del protocollo di certificazione ed i risvolti positivi sull’ambiente e sulla qualità della vita nelle città italiane che ne scaturirebbero dall’applicazione su vasta scala, è comprovata dal fatto che il progetto CASA GAS FREE vanta partner tecnologici e sponsor di alto livello, trai quali, oltre ad Hoval, anche Sunpower, Hitachi e Solaredge.

© Macchine Cantieri – Riproduzione riservata – Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: mc@macchinecantieri.com