Gruppo Laterlite per il Ponte Canale Cavour

2023-03-20T20:18:26+01:0027 Novembre 2022|Categorie: Materiali edili & Impiantistica, Notizie|Tag: , , |

Per il ripristino e il rinforzo strutturale del Ponte Canale Cavour, si è dimostrata decisiva la capacità di Laterlite di fornire, attraverso le sue diverse linee di prodotto, una serie di soluzioni applicative complete e funzionalmente integrate.

Praticamente perfetto

Il Canale Cavour, che prende nome da uno dei suoi principali promotori, il conte Camillo Benso di Cavour, è un canale artificiale realizzato a supporto dell’agricoltura, che trae origine dal Po a Chivasso e termina scaricandosi nel Ticino nel comune di Galliate.

Realizzato tra il 1863 e il 1866, rappresentò per l’epoca un’opera di eccezionale valore sia la rapidità di costruzione, sia per la perfezione esecutiva ottenuta impiegando solo mattoni e pietre, al punto da essere ancor oggi considerata una delle migliori e più importanti opere di ingegneria idraulica mai realizzate in Italia.

L’alluvione

Il Canale Cavour è stato gravemente colpito dall’alluvione dell’ottobre 2020. Ad essere interessato dai danneggiamenti è stato in particolare il ponte con cui il Canale scavalca il torrente Cervo nel territorio del comune di Formigliana (VC). L’onda di piena ha determinato un importante cedimento delle fondazioni della pila centrale del ponte, lesioni varie e perdita di materiale.

La scelta dei materiali

L’analisi del quadro delle lesioni ha portato a individuare la necessità di una serie di interventi mirati. La progettazione strutturale, affidata all’Ing. Carlo Beltrami di Lombardi Ingegneria, di concerto con l’impresa esecutrice, la Luigi Notari SpA di Milano, ha individuato nelle soluzioni per il consolidamento, il rinforzo e il ripristino strutturale Laterlite – con i brand Leca, Ruregold e Gras Calce – una risposta efficace e tecnologicamente affidabile.

Prima di procedere al ripristino e consolidamento delle strutture del canale danneggiate è risultato necessario provvedere al ripristino del terreno di fondazione eroso dalla pinea, fase in cui ha trovato applicazione il Calcestruzzo Strutturale Leca.

Per la ricostituzione delle parti mancanti della muratura di testa e dell’arco di testa è stato invece selezionato il calcestruzzo leggero strutturale a consistenza fluida Calcestruzzo Fluido CentroStorico.

La ricucitura fra gli elementi strutturali ricostituiti e le parti integre del manufatto necessaria al ripristino della monoliticità strutturale dell’opera ha visto l’impiego di C-Bar Gold di Ruregold, un sistema di connessione costituito da barre pultruse in fibre di carbonio a aderenza migliorata.

Si è quindi proceduto alla ricostituzione del riempimento alleggerito mancante con ReoLeca, betoncino a consistenza fluida pompabile con pompe da calcestruzzo a base di argilla espansa Leca.

Per il rinforzo strutturale delle murature dell’arco e della pila e per il confinamento degli stessi, preceduto da un intervento di ripristino e regolarizzazione del supporto con la malta MX-RW Alte Prestazioni Ruregold additivata con fibre di polipropilene, la scelta è caduta sui sistemi di rinforzo FRCM Ruregold a base di reti in fibra di PBO.

Prima di procedere al ripristino conclusivo dei paramenti murari dell’opera con mattoni dalle caratteristiche coerenti con quelli originali, si è provveduto alla finitura superficiale delle ricuciture eseguite con Calcestruzzo Fluido CentroStorico tramite Rasatutto Finish Bianco Gras Calce, un rasante universale a base cemento indicato per la finitura e regolarizzazione di superfici in interno e esterno.