Con lo Stage 5 il motore D11 di Volvo Penta sale a 430 cavalli

2017-06-28T19:39:05+02:0028 Giugno 2017|Categorie: Componenti, Notizie|Tag: , , , , , , |

Come a suo tempo annunciato, Volvo Penta continua nella sua strategia progettuale tesa ad ampliare l’offerta di motori omologati in stage 5 partendo dalle unità oggi omologate in stage 4.

Così facendo permetterà agli utilizzatori dei propulsori svedesi di passare da una normativa all’altra con problematiche vicine allo zero in termini di installazione.

Con lo Stage 5 il motore D11 di Volvo Penta sale a 430 cavalli Volvo Penta propulsori industriali propulsore motori diesel motore D13 D11
Il nuovo motore Volvo Penta D11 per applicazioni off-road, pronto per lo Stage 5

Forte delle esperienze maturate sulle unità emissionate euro 6 destinate al trasporto su gomma stradale, Volvo Penta non ha avuto particolari problemi per far superare a tutti i suoi motori off-road gli attuali standard di omologazione stage 4 e non sembra ne stia incontrando per adeguare le stesse unità ai futuri standard stage 5.

L’attuale gamma dei propulsori industriali Volvo Penta era in effetti già stata progettata in tale ottica e ciò per limitare al massimo le problematiche di installazione con le quali devono solitamente vedersela i costruttori di macchine passando da una normativa all’altra.

Ultima realizzazione in tal senso la versione top di gamma del motore sei cilindri serie D11, fino a oggi proposti in omologazione stage 4 e stage 5 in un range di potenze comprese fra i 320 e i 388 cavalli circa con la seconda che rappresentava anche il tetto massimo della gamma. Ora un salto di qualità, rappresentato da una versione capace di erogare circa 430 cavalli in omologazione stage 5 lanciata a fine giugno.

Il nuovo motore D11 di Volvo Penta non si limita quindi a ottemperare alle norme che scatteranno a partire dal gennaio 2019, ma amplia verso l’alto la linea di prodotto D11 andando ad affiancare in termini di erogazione i più corposi motori serie D13, le cui prestazioni attaccano a quota 388 cavalli per salire fino a 550.

Con lo Stage 5 il motore D11 di Volvo Penta sale a 430 cavalli Volvo Penta propulsori industriali propulsore motori diesel motore D13 D11
Il motore D11 Volvo Penta completo dei diversi sistemi atti a dimissionarlo Stage 5

Con lo Stage 5 il motore D11 di Volvo Penta sale a 430 cavalli Volvo Penta propulsori industriali propulsore motori diesel motore D13 D11
Il sistema di post-trattamento dei gas esausti che permette al D11 di Volvo Penta di rientrare nei parametri Stage 5 sulle emissioni

Come tutti i motori Volvo Penta di ultima generazione anche la nuova unità supera l’emissionamento stage 5 giocando su un EGR leggero che non abbatte completamente le emissioni azotate ma le minimizza lasciando poi a un compatto sistema di post trattamento denominato EATS, Exhaust After Treatment System, il compito di far rientrare i gas di scarico nei limite di Legge. Il sistema attacca con un catalizzatore doc cui si affiancano un filtro FAP e un sistema SCR con il tutto che viene poi completato da un ultimo catalizzatore ASC che rimuove dalle emissioni i composti ammoniacali.

Il nuovo motore D11 è sovralimentato mediante un turbo a geometria fissa controllato da una valvola waste gate elettronica, dispone di distribuzione a quattro valvole per cilindro ed è alimentato da un impianto common rail operante ad alta pressione.