CM | Tutto per l’efficienza operativa

2024-04-05T10:21:07+02:008 Aprile 2024|Categorie: Attrezzature, Movimento terra, Notizie|

L’azienda CM è specializzata nell’ottimizzare i processi di cantiere con avanzate attrezzature per selezionare, frantumare e vagliare.

Evoluzione CM

CM nasce negli anni 90 a Schio (VI). In principio realtà terzista nel settore della metalmeccanica, nel corso degli anni l’azienda si è evoluta sviluppando le prime attrezzature per il settore del riciclaggio ed edile, ovvero le benne frantoio, il frantoio elettrico, le benne vagliatrici e miscelatrici. Movimentata dalla determinazione, professionalità e amore per il lavoro, CM ha sviluppato nel tempo nuove attrezzature ampliando così il catalogo prodotti con frese stradali, benne spazzatrici e piastre vibranti.

Sinergia in cantiere

Nel settore costruzioni e demolizioni, l’efficienza operativa è fondamentale per rispettare tempi e budget. In questo contesto, le attrezzature per la selezione, frantumazione e vagliatura giocano un ruolo cruciale, consentendo la gestione e il riutilizzo sostenibile dei materiali. Benne frantoio, pinze selezionatrici e benne vagliatrici sono strumenti polifunzionali utilizzati in vari contesti, dalla costruzione di nuove infrastrutture alla demolizione di edifici esistenti. La loro versatilità si riflette nella capacità di operare con diversi tipi di materiale, come calcestruzzo, pietra, laterizi, ghiaia e molto altro ancora.

Le benne frantoio frantumano e riducono materiali duri. Dotate di mascelle in fusione al 18% manganese, queste attrezzature trasformano grandi blocchi di materiale in frammenti più gestibili. L’energia generata durante questo processo è concentrata in modo efficiente per massimizzare la resa.

Le pinze selezionatrici, invece, sono strumenti di precisione che consentono di separare materiali di diversa natura. Dotate di una grande forza di presa, afferrano diversi materiali e strutture dalle forme anche irregolari.

Le benne vagliatrici, al contrario, selezionano i materiali in base alle dimensioni, setacciandoli e dividendoli utilizzando griglie a maglie intercambiabili o dischi a seconda della benna vagliatrice. Queste attrezzature consentono di ottenere materiali di diverse granulometrie. Ciò è particolarmente utile in situazioni in cui è necessario dividere i materiali per garantire un utilizzo specifico in cantiere.

L’integrazione sinergica di queste attrezzature crea un cantiere snello ed efficiente, un esempio pratico è un cantiere di demolizione. Durante il processo di demolizione, le pinze selezionatrici sono particolarmente adatte per demolizioni di piccola scala e strutture leggere. Le pinze afferrano con precisione una varietà di materiali, consentendo un approccio mirato alle prime fasi della demolizione. Le pinze distinguono e separano i diversi materiali della demolizione, come il legno dal calcestruzzo della struttura principale, operazione preliminare fondamentale per ottimizzare il processo successivo di riciclo.

Poi, il calcestruzzo estratto sarà depositato in un’area designata, preparando il terreno per l’intervento della benna frantoio, che entra in azione per frantumare e ridurre il calcestruzzo a dimensioni gestibili se deve essere trasportato altrove o per l’utilizzo in loco per le successive fasi di ricostruzione. Completano il quadro le benne vagliatrici, per classificare ulteriormente i materiali in base alle dimensioni desiderate, consentendo un controllo preciso sulle caratteristiche dei materiali finali.

La collaborazione sinergica tra queste tre attrezzature crea un flusso di lavoro fluido ed efficiente ottimizzando l’efficienza operativa e contribuendo anche a una gestione sostenibile dei materiali da costruzione. Questo approccio mirato, che sfrutta al massimo le caratteristiche specifiche di ciascuna attrezzatura, è essenziale per massimizzare la produttività e ridurre l’impatto ambientale nei processi di demolizione e costruzione.