Bauer | Una BG42 a Palermo

2024-03-04T09:05:02+01:001 Marzo 2024|Categorie: Notizie, We are Drilling & Foundations|Tag: , |

A Palermo è in piena attività un cantiere che sta realizzando opere infrastrutturali per il confinamento di venute d’acqua. Tutte le operazioni di realizzazione di un centinaio di pali trivellati rivestiti sono eseguite mediante una perforatrice Bauer BG42 che opera con tubi e utensili di scavo sempre a marchio Bauer, ossia un’elica da roccia Bauer SBF-K2/K da 1.060 mm di diametro e un Bucket da roccia Bauer KBF-K2/K sempre da 1.060 mm.

Un cantiere impegnativo

Il sottosuolo del cantiere vede strati iniziali di terreni con sabbie e ciottoli, mentre in profondità il terreno è caratterizzato dalla presenza di strati di calcarenite medio-dure. Inoltre il sito, che impegna un’area ristretta, è totalmente circondato da abitazioni private. Questo mix di condizioni ha fatto si che la Bauer BG42 fosse identificata come la macchina ideale, in quanto estremamente potente per tiro/spinta e coppia, molto stabile, in grado di offrire ottimi livelli di produttività  e una rumorosità contenuta. 

“L’intervento di Palermo”, racconta Francesco Vasta, Sales Area Manager di Bauer Macchine Italia, “riguarda la realizzazione di circa 100 pali per il confinamento di venute d’acqua. Essendo pali non strutturali, questi vengono riempiti solo con calcestruzzo e senza l’armatura della gabbia. Si tratta di una metodologia classica di perforazione eseguita tramite l’utilizzo di asta di perforazione e rivestimento con tubi a doppia parete da 1.180 mm per una profondità di 35 m. La geologia del sito vede strati iniziali di terreni con sabbie e ciottoli, mentre in profondità il terreno è caratterizzato dalla presenza di strati di calcarenite medio-dure”.

La BG42, come per le altre macchine della serie Value Line, è dedicata alla tecnologia Kelly e vanta alcune peculiarità, tra cui:

  • agevole trasportabilità;
  • ottimo rapporto peso/potenza;
  • grande facilità di montaggio;
  • consumi contenuti;
  • relativa compattezza (stiamo sempre parlando di una perforatrice da 140 t);
  • gestione tramite sistema B-Tronic semplificato con touch screen;
  • cabina a elevato comfort;
  • pistone di tiro/spinta;
  • argano con fune a singolo strato;
  • possibilità di montare la morsa giracolonna.

Nel cantiere palermitano si evidenzia inoltre un’altra specifica caratteristica della BG42, come spiega Simone Prisco, Key Account Manager di Bauer Macchine Italia:  “la perforatrice consente all’utilizzatore un movimento orizzontale del mast di circa 65 cm rispetto alla macchina base e questo movimento permette di evitare piazzamenti, caratteristica molto apprezzata specialmente nei cantieri cittadini come quello di Palermo. In pratica, con un solo spostamento della macchina base si riescono a realizzare più pali. Il che si traduce in maggiore produttività. Dotata di cinematismo a V, la BG42 non solo si sta distinguendo nel cantiere siciliano, ma sta riscuotendo molto interesse a livello generale perché, dati alla mano, non ha rivali sul mercato italiano a livello di potenza nell’esecuzione di pali rivestiti o non rivestiti. Inoltre, è una macchina decisamente compatta e facile da trasportare. La macchina base, una volta smontati i cingoli, rimane infatti nei 3 m di larghezza. Per le caratteristiche del cantiere di Palermo, il cliente aveva chiesto almeno una BG45, mentre noi abbiamo insistito perché utilizzasse la BG42 che ha caratteristiche comparabili alla BG45. Infatti le performance della BG42 hanno consentito all’utilizzatore di evitare l’uso della morsa giracolonna. Le iniziali e comprensibili perplessità dell’impresa si sono dissolte una volta che la perforatrice è entrata in funzione; infatti, la macchina sta ampiamente rispettando i tempi previsti, lavorando con un singolo turno. Con questa perforatrice abbiamo stupito il cliente anche in fase di montaggio, predisponendo la macchina – che è giunta in Italia completamente smontata – in assetto operativo in sole 2 giornate”.

L’assistenza non è un problema

Come per tutte le macchine Bauer in uso sul territorio nazionale, anche la BG42 è seguita sotto il profilo assistenziale dai tecnici di Bauer Macchine Italia. “Anche per quanto concerne la richiesta di assistenza tecnica in cantiere”, conclude Simone Prisco, “l’impresa è particolarmente soddisfatta. Infatti, dopo il montaggio eseguito a fine ottobre, i nostri tecnici saranno in cantiere per il service ordinario delle prime 500 ore di utilizzo, in quanto la macchina non ha avuto bisogno di alcuna manutenzione straordinaria”. 

“Il cliente è soddisfatto non solo delle prestazioni, procede infatti alla media di almeno un palo al giorno, ma anche per i limitati consumi (36 l/h) e per l’ottima stabilità della perforatrice che beneficia di una macchina base e di un sottocarro contenuti rispetto alla taglia e al peso complessivo della perforatrice” ha concluso Francesco Vasta.