Bauer Macchine Italia | Dall’In-House l’impianto di dissabbiamento BE600, l’idrofresa BCS185 e alcune novità a marchio Klemm

2023-06-20T12:17:30+02:0019 Giugno 2023|Categorie: Notizie, We are Drilling & Foundations|Tag: , , |

Il recente Bauer In-House è stato contrassegnato da tantissima tecnologia che ha affascinato oltre 1.500 operatori del settore provenienti da tutto il mondo. In questo e nei post dei prossimi giorni le scopriremo nel dettaglio.

La cerimonia di apertura del Bauer In-House

L’ impianto di dissabbiamento BE600

“Tra le novità più apprezzate”, afferma Andrea Ruggero, Direttore Commerciale di Bauer Macchine Italia, “spicca il BE600, l’impianto di dissabbiamento progettato da BAUER MAT. Composto da due BE300, costituisce il primo impianto di dissabbiamento a doppio stadio containerizzato. All’interno dello stesso ciclo chiuso, si ha sia la fase di dissabbiamento sia quella di desilterizzazione, che permette la rimozione di tutto il materiale più fino. Questa soluzione fa sì che dall’impianto containerizzato esca un fluido ripulito fino a 30 micron; mentre l’eventuale rimozione dell’argilla, l’ultimo elemento fino che resta, verrà successivamente eliminata con eventuale centrifuga. Notevoli i vantaggi ottenuti con questo impianto. Prima di tutto i vasconi sottostanti ai due BE300, avendo rimosso la sabbia e il limo, non necessitano di agitatore. In secondo luogo, non ci sono rilanci intermedi né pompe, perché la doppia fase è in un circuito chiuso, il che presuppone la presenza di un solo tubo che dallo scavo va all’impianto e di due uscite dai vasconi stessi. Tutto ciò si traduce in un’estrema compattezza: quattro container accoppiati a due a due collegati da un vaglio grossolano che funge da collettore. Questa struttura semplifica e rende più economici i trasporti perché offre la possibilità di utilizzare normali bilici, per i quali non servono permessi. E per montare l’intero impianto sono sufficienti solo due persone e 10 ore di lavoro”.

Il sistema idrofresa BCS185

Il piazzale di Schrobenhausen ha tenuto a battesimo il BCS185, un nuovo sistema idrofresa allestito su una macchina base cingolata, con antenna scatolare dedicata alla fresa e ottimizzata in ogni sua parte per raggiungere profondità fino a 90 m.

“Questa macchina, che al pari dell’impianto MAT è perfetta per il mercato italiano”, riprende l’ing. Ruggero, “non solo ha tutte le prestazioni di una normale idrofresa Bauer, ma essendo una macchina dedicata, è più economica del 20% rispetto ai sistemi tralicciati standard. Avendo esclusivamente componenti dedicati al sistema fresa risulta meno onerosa a livello di trasporti ed è più semplice e veloce in fase di montaggio e smontaggio. Inoltre, risulta poco ingombrante in cantiere e quindi ideale in caso di spazi confinati”.

Klemm, macchine elettriche e la KR805 3GW per la Geotermia

Sul versante Klemm sono state esposte varie macchine elettrificate e l’ultimo modello per la geotermia, la KR805 3GW, decisamente interessante per il mercato europeo. L’impianto MAT e la BCS185 saranno disponibili per il mercato italiano a partire dal 2024 e certamente il BE600 sarà esposto da Bauer Macchine Italia al prossimo Geofluid di Piacenza.