Al Geofluid, le nuove soluzioni di Comacchio

2021-09-29T15:21:48+02:0029 Settembre 2021|Categorie: Attrezzature, Notizie, We are Drilling & Foundations|Tag: , , , , , |

GEO 305 allestita con testa Sonic e nuova versione del penetrometro GEO PC. Queste, le ultime novità della linea di perforatrici GEO, studiate per il settore delle indagini geognostiche e monitoraggio ambientale, ed esposte per la prima volta da Comacchio al recente Geofluid di Piacenza.

Comacchio ha investito molto sulla tecnologia Sonic, introducendo due modelli di teste soniche leggere e compatte, ideali per applicazioni geotecniche che non superano i 20ฉ\30 m di profondità, soprattutto in condizioni di terreni disciolti che presentano difficoltจค per i tradizionali metodi di sondaggio.

Le dimensioni compatte consentono di montare queste teste su perforatrici leggere e facilmente trasportabili della taglia della GEO 305, macchina da sondaggi nella classe di peso che va dalle 4 alle 5 t esposta al Geofluid.

L’impianto è caratterizzato dalla possibilità di avere un doppio sistema: utilizzare la testa Sonic per le lavorazioni che lo richiedono, e installare una “convenzionale” testa Comacchio ad alti giri per eseguire carotaggi e campionamenti “tradizionali”. La GEO 305 in esposizione a Piacenza era inoltre dotata di pompa acqua/fanghi triplex da 130 l/min, argano wireฉ\line e penetrometro SPT.

“Anche nella tecnologia Sonic, forniamo al cliente la soluzione piจด efficace e flessibile che riduce i costi complessivi di gestione della macchina” precisa Flavio Durigan, direttore commerciale di Comacchio. “Le nostre teste Sonic possono anche essere montate in combinazione con una testa a rotazione ad alti giri, grazie a un carrello porta testa con spostamento laterale idraulico che consente di spostare sul foro la testa che di volta in volta si intende utilizzare. Ciò consente ai clienti l’utilizzo della tecnologia più adatta alle esigenze del progetto e alle caratteristiche del terreno, senza modificare la macchina. Spesso la necessità di utilizzare la tecnologia Sonic si limita al superamento dei primi strati in terreni sabbiosi, ricchi di ghiaie o di argille leggere, successivamente può essere più vantaggioso impiegare altri sistemi di perforazione, e la nostra soluzione “dual head” risponde proprio a questo tipo di esigenza”.

Interessante anche la nuova versione dell’unità GEO PC. Macchina compatta e leggera, sotto il metro di larghezza, non supera i 12 q di peso ed è facilmente caricabile e trasportabile anche su furgone.

Nella sua nuova versione, può essere utilizzata sia come perforatrice, sia come penetrometro. Nel primo caso l’allestimento prevede una testa di rotazione a due velocità R 100, nel secondo, un martello permette di realizzare prove SPT (Standard Penetration Test) DPH e DPSH\A (Dynamic Test).