Accordo Italia-Cina per il marmo

2017-10-02T12:00:43+02:002 Ottobre 2017|Categorie: Notizie|Tag: , |

Il 27 settembre è stato siglato un accordo Italia-Cina per l’internazionalizzazione del marmo italiano.

Promuovere la pietra naturale made in Italy in Cina e nei paesi limitrofi. Questo il senso del memorandum d’intesa siglato da Veronafiere e che vede protagonisti anche Associazione Generale Cooperative Italiane, Shandong Stone Trade Association e Qingdao SEA Expo Group, che organizza a Qingdao la manifestazione China North International Stone Fair.

A firmare il protocollo d’intesa nel corso della giornata inaugurale del 52esimo Marmomac di Verona, Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere, Rosario Altieri, presidente dell’Associazione Generale Cooperative Italiane, Zhou Keji, presidente della Shandong Stone Trade Association, e Junlai Jia, presidente del Qingdao SEA Expo Group. Presente anche Zhang Zhiyong, capodivisione dell’associazione che riunisce oltre 2 milioni di Pmi della provincia di Shandong.

Obiettivo del patto: sviluppare azioni congiunte in Cina per trovare nuove opportunità di business per le aziende italiane.

L’accordo

“I termini dell’accordo, stipulato in esclusiva su base triennale a partire dal 2018”, leggiamo in una nota emessa da Veronafiere, “puntano sulla cooperazione tra le parti per lo sviluppo di attività promozionali congiunte, oltre all’espansione del business e il consolidamento dei rispettivi brand.

Tra le possibili azioni, il riconoscimento dell’Italia come Paese d’onore alla China North International Stone Fair, la partecipazione di una delegazione italiana organizzata da Veronafiere, l’organizzazione di spazi dedicati attraverso una ‘design area’, anche con masterclass e seminari per architetti e designer attraverso la Marmomac Academy”.

Il commento

“Lo Shandong è il secondo distretto lapideo della Cina e rappresenta un crocevia fondamentale per le relazioni commerciali dentro e fuori il grande Paese. Confidiamo quindi in un ulteriore salto di qualità nell’interscambio tra i due player, anche grazie ad Associazione Generale Cooperative Italiane, fortemente presente sul territorio, e alla Shandong Stone Trade Association che di fatto partecipa alla fiera di Qingdao”.
Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere