La mission zero emission di Wacker Neuson

Nel corso dei preparativi per il Federal Garden Show (BUGA) che si terrà nel 2021, a Monaco alcune macchine e attrezzature di Wacker Neuson hanno dimostrato il proprio vantaggio in termini di operatività a zero emissioni, contribuendo alla realizzazione dell’area che ricostruisce il deserto di Dancalia e la casa della giungla. Qui infatti erano ammesse a operare solo macchine in grado di tutelare dalle emissioni inquinanti le piante esotiche e continuare comunque a lavorare in modo efficiente.

“Ci sono piante molto sensibili in questa casa nella giungla tropicale. Ecco perché è molto importante per noi quando piantiamo questi alberi e fiori che non vengano prodotti gas di scarico e che l’ambiente sia protetto” ha spiegato Kathrin Weiß, amministratore delegato di egapark e BUGA.

Le soluzioni a emissioni zero di Wacker Neuson possono mostrare appieno i loro punti di forza, soprattutto nei cantieri con requisiti speciali come questi.

L’azienda Lindenlaub GmbH, giardinaggio e paesaggistica, con sede a Weimar, si occupa della piantumazione del deserto e della giungla e l’amministratore delegato Udo Lindenlaub ha spiegato perché Wacker Neuson è l’ideale per questo progetto: “Lavoriamo con Wacker Neuson da quasi 50 anni. Durante questo incarico speciale, abbiamo potuto mettere alla prova noi stessi i macchinari e le attrezzature elettriche per l’edilizia di Wacker Neuson.” Tutti i prodotti della serie a emissioni zero funzionano senza emissioni di scarico e sono estremamente silenziosi e senza compromettere le prestazioni. “In questo modo, da un lato, i dipendenti sono protetti quando lavorano nella Danakil House, perché gli impianti sensibili fanno sì che non sia possibile aprire finestre o porte o utilizzare ventilatori. D’altra parte, le piante sensibili non sono esposte ai gas di scarico e non ci sono danni. Le macchine e i dispositivi a zero emissioni sono particolarmente facili da usare, forniscono energia sufficiente per una tipica giornata lavorativa e, grazie alle loro dimensioni compatte, possono venire sfruttate in punti nell’ambiente di lavoro angusto”.

Senza emissioni dai costipatori agli escavatori

Per progettare la casa Danakil è stato utilizzato quasi l’intero portafoglio a emissioni zero di Wacker Neuson. Il miniescavatore EZ17e, l’ultimo nato della serie a emissioni zero, è stato utilizzato per i lavori di scavo in modo che le piante potessero essere posizionate nei posti giusti. Tra le sue mansione c’è stata anche quella dello spostamento delle pietre naturali. Nessun problema per l’escavatore elettrico da 1,5 tonnellate, perché ha le stesse prestazioni del modello convenzionale. Ciò è garantito dalla tecnologia delle batterie agli ioni di litio di alta qualità, che Wacker Neuson utilizza da diversi anni e che è particolarmente resistente. È possibile ricaricarlo in sole quattro ore utilizzando una presa domestica (110-230 volt) o caricandolo rapidamente utilizzando l’elettricità ad alta tensione (415 volt). 

La pala gommata elettrica WL20e e il dumper gommato elettrico DW15e hanno mostrato le loro capacità durante il trasporto di materiali. Entrambe le macchine sono dotate di una batteria AGM di alta qualità (“Absorbent Glass Mat”), particolarmente facile da usare e che richiede poca manutenzione. La pala gommata è stata utilizzata in vari modi in questo progetto: con un volume della pala di 0,2 metri cubi, ha caricato il dumper con terra. Grazie alla dotazione di forca per pallet, come ausilio al trasporto di piante e lastre di pietra, si è rivelato molto convincente.

Il dumper gommato DW15e con portata utile di 1,5 tonnellate è dotato ciascuno di un proprio motore elettrico per la trazione e per l’idraulica di lavoro in modo da ridurre la potenza in modo indipendente e secondo necessità e per minimizzare i consumi energetici. Durante la frenata della macchina o in discesa, l’energia viene nuovamente generata nell’accumulatore e usata per la ricarica dell’accumulatore. 

Per preparare i sentieri nella casa Danakil, il terreno è stato compattato con un costipatore a batteria in aree particolarmente ristrette mentre una pedana vibrante alimentata a batteria è stata utilizzata su aree più grandi. Entrambi i compattatori possono essere azionati con la stessa batteria modulare agli ioni di litio, che può essere sostituita in pochissimo tempo ed è appositamente progettata per lavori pesanti nei cantieri. 

Qui puoi trovare un video sull’utilizzo delle macchine a emissioni zero per BUGA 2021: https://youtu.be/uzWzIRpsU5k